Le origini di un calendario: l’anno giubilare del 3918 a.C.

Sefer Torah (Bible), With shofarCalcolando l’Anno Mundi (A.M.) e considerando il riposo del settimo giorno dalla creazione abbiamo anche ipotizzato il primo anno sabbatico che si colloca  nel 3923 sabbatico e questo anche se calcolato a ritroso partendo dal 32 d.C. in cui l’anno sabbatico era coincidente con quello giubilare.

Adesso è proprio del primo anno giubilare (teorico, è vero, perchè non sappiamo se fosse celebrato, anzi, ci sembra assai improbabile) o dell’anno in cui si sono gettate le basi per il calendario che a quegli anni fa riferimento che vogliamo parlare.

Non calcoleremo semplicemente procedendo a ritroso dal 32 d.C. che abbiamo visto essere giubilare, ma cercheremo delle corrispondenze tali da giustificarlo, perchè queste saranno “la prova” che l’anno individuato è verosimilmente quello giusto.

Voglio dire che i conti non devono semplicemente cadere in un anno – questo è semplicemente ovvio- ma che quell’anno deve possedere almeno una caratteristica tale che lo renda giustificabile alla luce della natura stessa degli anni giubilari.

Abbiamo visto in questo post che gli anni giubilari a.C. cadevano regolarmente nel 18° e nel 68° anno di ogni secolo. Dunque anche quello prossimo all’A.M deve cadere in tali anni, tant’è che il primo anno giubilare utile cade nel 3918 a.C.

Come abbiamo premesso, tale anno deve possedere almeno una caratteristica che ne evidenzi una natura tale da poterlo inserire in un calendario, per cui non rimane che riflettere o, se volete, calcolare ancora e scoprire che il 3918 a.C. cade 5 anni dopo  l’A.M.

Allora è proprio quella differenza di 5 anni che rende compatibile il 3918 a.C. al calendario giubilare, il quale se è vero che venisse calcolato ogni (7×7)+1 anni, cioè ogni 50 anni, è anche vero che l’anno giubilare cade ogni 5×10 anni, quando il moltiplicando è quello stesso cinque che separa l’A.M. dall’ipotetico anno giubilare.

Questa caratteristica credo ben inserisca il primo anno giubilare in un calendario. Credo altrettanto che tale caratteristica emerga chiaramente ed è tale da porre una seria base al calendario stesso, base che non è semplicemente un numero, un anno, ma un anno dalle caratteristiche ben precise e assolutamente compatibili con  la natura stessa degli anni giubilari.

Concludo con una nota: il primo anno in cui l’anno sabbatico e quello giubilare coincidono fu il  3818 a.C., provato dal fatto che se sommato al 32 a.C. dà un prodotto di 3850 divisibile sia per 50, sia per 7.