Abba Giovanni XLII

Durante un’agape, abba Giovanni disse che il lupo che vuol presiedere la testa del gregge sale dalle sue viscere.

Abba Giovanni XXXIX

“Abba” chiese il discepolo “perché gli spiriti impuri che muovono guerra all’onnipotente somigliano a rane?”

“Perché” rispose l’abba “se l’apostolo, nella sua lettera, afferma che solo ciò che è da Dio confessa il Cristo figlio di Dio, ciò che non lo confessa è impuro. Ecco perché verrà un giorno in cui si capirà il senso di vir-ile”.

Abba Giovanni XXXVIII

A un discepolo molto triste perché fortemente tentato di far ritorno al mondo, abba Giovanni disse: “Non è bene rimanere sulla spiaggia a fissare il punto esatto del mare in cui il nostro carico è andato a fondo. E’ bene, invece, intraprendere il cammino”.

Così confortato, divenne un monaco provetto.