Breaking news

Molti, compreso me, auspicano che il Covid ci lasci, taluni che ci lasci vivere, ma crediamo, purtroppo, che se in Israele (Efeso di Apocalisse) si svilupperà una piaga sociale, nel senso di una diffusa ulcera purulenta, entreremo nel contesto delle sette piaghe descritte in Ap 16,1-17.

Dobbiamo solo pazientare e conoscere se davvero le breaking news si aggiornino in tal senso, cosicché sia chiara una dinamica, quella tipica del Golgota, dove si riassume tutta l’umanità di Gesù, nel senso che quell’umanità è sì, anche storicamente, la croce, cioè la Sua crocefissione, ma più ancora è l’umanità peccaminosa che deve essere redenta, se alla Sua destra e sinistra si collocano i ladroni.

Tutta l’umanità da redimere, allora, è raccolta sul Golgota e non c’è nessuna differenza nella pena, nella croce, se non che l’uno prega e riconosce i suoi torti facendo giusto Dio; l’altro bestemmia rendendo i decreti di Dio ingiusti (poco importa adesso che i giudizi dell’uomo abbiano diversa sorte).

Apocalisse, checché se ne dica, è un’opera quant’altri mai pensata, precisa ordinata per questo le sette chiese si susseguono non a casaccio, ma rispecchiano singole confessioni religiose, in questo caso Efeso (Israele) su cui scoppia la piaga (Ap 16,2): Smirne (Russia) che cede a un ateismo universale che la conduce, com’è scritto nella sua lettera, alla morte (Ap 16,3); Pergamo (Italia) che dall’altare, quello che qui, non a caso, è stato innalzato, proprio da questo blog, riconosce i suoi torti e prega (Ap 16,4-7).

Poi, subito dopo, vengono Tiatira (Germania) che bestemmia (Ap 16,9) e così Sardi (Inghilterra) in 16,10. Pergamo buon ladrone, allora, mentre Tiatira e Sardi no. Del resto che Germania e Inghilterra siano unite a filo doppio non lo conferma solo una regina tedesca con un marito altrettanto, ma anche il cavallo verde che esce da Tiatira (Germania) e trascina con sè gli inferi (Ap 6,8), cioè la chiesa che negli elementi naturali di Apocalisse (cielo, mare, terra e sotto terra) è la Gran Bretagna.

Anche nelle sette coppe questo fil rouge anglo-tedesco è confermato, perché se a Tiatira splende un sole che cuoce gli abitanti (Ap 16,8), a Sardi quel sole si eclissa (Ap 16,10), gettando nelle tenebre il trono (della Bestia, Darwin) e riproponendo, quindi, la teofania del Golgota, già evidente dal fatto che l’acqua, nel capitolo 16 di Apocalisse, è sangue, quando Giovanni in 19,34. scrive che dal costato “uscì acqua e sangue”.

Questo significa che in Germania (Tiatira) splenderà altissima la verità, in primis storica e questo oscurerà tutto il prestigio dei college e delle università inglesi, per una nuova storia e una nuova umanità.

Mi rendo conto che solo chi è in possesso del capitolo 16 di Apocalisse e di Apocalisse in genere, oltre che delle mie nozioni, può seguire una sintesi che però vuole solo mettersi in grado di poter dire, dopo che già lo ha fatto col Covid: ” Noi l’avevamo detto e scritto in questa precisa data. Chi vuol pregare preghi; chi vuol bestemmiare lo faccia”.

Noi abbiamo solo avvisato che se in Israele si svilupperà una piaga ulcerosa, sarà dovuto al fatto che hanno adorato la bestia. Noi dovremmo, allora, prepararci per un periodo tremendo, al confronto del quale il Covid sarà davvero una banale influenza, essendo dovuto, quanto seguirà, all’ira di Dio versata in coppe (Ap 16,1), sette per la precisione, che mai è trascurata da Apocalisse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.