L'assoluto dei numeri primi

Salve padre Columbàs, ovunque lei sia che il giudizio davvero non mi spetta, mentre mi spetta – e di diletto- leggere il suo libro, ma non ora che il sole è calato ma la notte del suo volume tarda ad arrivare.

Scrivo a lei, ma in fondo ai monaci, che si ostinano a chiamarsi tali, quando però, toccato il fondo, neppure sono rimbalzati, ma hanno cominciato a scavare, perché si legge, nella serie anonima degli apoftegmi, che gli Apostoli hanno scritto, quelli dopo hanno messo in pratica, i successivi hanno imparato a memoria e, non da ultimi, altri hanno copiato e messo sugli scaffali, affinché gli ultimi (oggi) potessero, a loro volta, copiare e mettere sempre negli scaffali, ma delle librerie, cioè in vendita.

Non è altro che un parabola, quindi, una discesa che attende solo il suo compimento nell’ecommerce, quello digitale che solo saprà offrire preziosi contenuti a pochi spicci, di moneta e di tempo (non c’è libro che non contenga errori tanto è ormai il valore che si dà loro).

Volevo dirle che il suo testo ” Il monachesimo delle origini” è bello, ma avrebbe potuto essere magnifico dicendo una verità che di sicuro, accennando timidamente al fatto nel II tomo, non le è sfuggita, cioè che Origene è il padre del monachesimo, tanto che potremmo chiamarlo come secondo me fu chiamato, cioè ricorrendo a uno pseudonimo: Origine, da origo-originis e dunque un latinismo più che un grecismo.

I latini lo ribattezzarono così quando capirono, neanche era difficie, che l’intero movimento monastico nasce da lui, se il monachesimo fu, in fondo, solo un cristianesimo radicale, quello stesso che portò, Origine, a evirarsi per servire meglio il regno di Dio (Mt 19,12).

Poi -ma lo sappiamo- venne Antonio, altro pseudonimo se mai è esistito, che permise non tanto alla chiesa quanto al diavolo, a Satana, di impadronirsi del monachesimo, perché Atanasio, con la sua Vita Antonii, è un ulteriore pseudonimo e significa Io Satana (ATANA S IO).

Insomma il diavolo, stavolta, non ci ha messe solo le corna, ma corna e cappello su l’intera questione monastica, riducendola a un obbedienza che ricorre ossessivamente in una patristica che nasce anarcoretica, insofferente al compromesso cattolico, cioè la chiesa di Costantino, tanto da fuggirne, qualunque fosse il deserto e la sua profondità, ma non così lontano se la collezione alfabetica li precede tutti con Antonio il Grande, primo monaco in assoluto, sembra.

La voglio viva, padre Colombàs, e le suggerisco di controllare le attestazioni del nome proprio Origene affinchè, scoperta la sua inesistenza nel mondo classico e più in là, sia davvero facile intuire che in origine, Origene, era Origine, un ablativo pressoché… assoluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.