Il martirio della filosofia

I latini affermavano che nomen omen, cioè che nel nome si nasconde un presagio, ma a volte si cela la storia. E’ il caso di Andrea, fratello di Pietro – e gli assomiglia davvero tutto avendo ricevuta la stessa educazione- che assurge a grandi onori per l’eco della fama e del primato petrino.

E’ il caso di Andrea, dicevamo, che discende dall’uomo se aner-andros ciò significa, ma significa, anche, che Pietro è il fratello dell’uomo e non fratello di un fratello, tanto che egli non si chiede (non si chiede mai) chi siano i suoi fratelli (Lc 8,21) e compie la volontà sua e di suo fratello, cioè dell’uomo.

Solo l’ellenizzato Andrea è suo fratello e discetta sottilissime questioni filosofiche a “capriccio” preannunciando, così

che verrà un tempo in cui i cristiani corromperanno i libri dei santi apostoli e dei divini profeti, in cui gratteranno dalle pergamene le Sante Scritture per scrivere tropari e discorsi in stile ellenizzante; il loro spirito andrà in visibilio per questi ultimi e proverà disgusto per le prime. Per questo i nostri padri ci hanno detto che gli abitanti di questo deserto non dovevano scrivere le Vite dei padri su pergamene, ma su papiri, perché la prossima generazione si appresta a grattare le Vite dei padri per scrivere altro, secondo il loro capriccio. (Detti inediti dei Padri del deserto J758)

ben guardandosi ,quindi, dalla trivialità di un discorso piano, perché lui adora il Cristo, ma il legno, Gesù, lo spezza come appunto urlò e fece Sisto V Peretti vedendolo sanguinare.

Non è madre o sorella di Pietro, allora, Maria, ma la Madonna, che le donne di popolo a malapena sanno camminare con al massimo la lista della spesa e non firmano libri in libreria, quelli sì degni di nota, per una liturgia che sa essere solo sacra e ben si guarda dai turni e dalla fretta.

C’è tutto Andrea in quel nome ed è una croce, quella appunto di Sant’Andrea, il primo filosofo martire di un cristianesimo becero e di popolo, insomma ignorante, che vuol lasciare traccia di sé come i grandi, ma non può: non è suo fratello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.