Padre Giuseppe

Indirizzeremo questo post ad Antonella, nome di fantasia per dirle quello che sempre di fantasia le avremmo scritto, ma manchiamo del suo indirizzo in quel limbo che forse accoglierà la nostra lettera.

Antonella sogna ed è persona di fede. Confida quel sogno, ma lo fa nel web per cui tutti, compreso noi, ne vengono a conoscenza, cioè vengono a conoscenza che il sacerdote che ella ammira le è comparso in sogno con l’orecchino, quello gay.

A lei cadono le braccia perché cattolica e ciò mal si concilia con l’intransigenza cattolica tradizionalista, ma il pubblico che la segue sul web, magari un forum, riesce a tranquillizzarla perché Freud ha una risposta per tutto in quei casi e urge quindi un’analisi che sappia, magari, far luce sull’inconscio omosessuale di Antonella.

Nessuno, tra le molte risposte, dice ad Antonella che Dio ha parlato affinchè avesse, magari, ancora più ammirazione per quel sacerdote, ma solo dopo una valutazione attenta di tutti gli aspetti, compreso quello omosessuale.

Nessuno ha interpretato il sogno, tutti lo hanno psicanalizzato, per cui noi vogliamo dire ad Anto’, con la quale nel frattempo abbiamo stretto amicizia, che il sogno è la verità e se sconcerta, sconcerta in nome della verità.

Vedi Anto’, siamo formattati a recepire solo i file che loro hanno scritto e quando ce ne capita uno con un’estensione diversa lo giudichiamo un virus da psicospammare. No, non è così e Teresa D’Avila ne è un indizio, perchè pure lei, che io giudico davvero santa e amica di Dio, era formattata per cui quando “commetteva” certe cose che lei, sulla scorta della sua formazione, giudicava peccato si meravigliava che Dio poi la premiasse per prenderla in giro come a dire : “Brava, fallo di nuovo!” e giù benedizioni per una spirale comica di fraintesi quando Dio, premiando, diceva che non era peccato, semplicemente.

Quel sogno, quindi, non è freudiano solo perché un sacerdote che ammiriamo è gay, anzi, forse Dio ha detto che è ancora più santo proprio perché lo è gay, ma gay rimane e così tu puoi valutarne la santità a pieno titolo.

Sii certa che Dio non parla agli sconosciuti, per cui se in sogno lo ha fatto ha i suoi buoni motivi, quando invece sarebbero pessimi se in sogno parlasse di me, immancabilmente avvolto nelle fiamme, che vuoi che sia un orecchino.

Ciao Anto’ stammi bene. Non me ne volere: dovevo, dopo lunga ricerca per attribuirti un indirizzo di fantasia. Un post tra le dune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.