La crisi, profetica, del settimo anno

Per comprendere la diffusione e il credito che diamo a un detto frutto dell’esperienza di coppia, cioè che al settimo anno di matrimonio subentra la crisi, la crisi, appunto, del settimo anno, basta eseguire la più banale delle ricerche nel web per vedersi comparire un’infinità di pagine, anche autorevoli.

Questo dimostra che non solo il problema è sentito, ma che forse è ritenuto vero, ma non sino al punto d’immaginarlo comparire nei vangeli e da essi di trarre davvero autorità, perché anche lì quel momento di crisi compare ed è descritto, sebbene solo grazie a una lettura simbolica che va oltre la nota lucana sulla vita di Anna, la profetessa che, dopo 7 anni di matrimonio, rimase vedova (Lc 2,36).

Quello che sulle prime appare come dato biografico, potrebbe in realtà celare una dinamica di coppia, sempre utile anche nell’ottica di un matrimonio cristiano che non è immune dalle crisi, più o meno grandi, più o meno statistiche, come quella del settimo anno.

Anna, come donna, istruisce allora le donne con quella nota biografica, le quali, dopo la lettura del passo lucano, sanno che al settimo anno subentra, al calore del rapporto di coppia, il rigor mortis di uno stato di vedovanza, ma con il morto in casa che non si può e non si riesce neppure a seppellire.

Certo, il marito ad Anna morì davvero, ma non sarebbe insolita una lettura più alta, un necrologio di coppia che spazza via le rose iniziali, per un ménage che al settimo anno appare ormai secco.

Abbiamo scritto ciò perché il web offre di tutto per quel settimo anno talvolta drammatico, per cui non disturberà certo una chiave lucana per comprendere che anche i vangeli se ne sono occupati, affinché si abbiano le idee chiare in proposito, cioè idee di donna, ossia l’esperienza di Anna la profetessa, forse pure essa, sebbene profeta, presa alla sprovvista e ha voluto dare a quella crisi una valenza universale, profetica che come tale sarà disattesa, lo sa, perché il falso profetismo dei violini fa immancabilmente più colpo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.