Pensieri 16 ( al chilo)

Nel Vangelo si legge che due, sposandosi, diverranno una carne sola (Mt 19,5), cioè una cosa sola, un’opera sola e un agire altrettanto solo, quindi un patrimonio solo. La separazione dei beni nel contratto di nozze è, quindi, contro un matrimonio che si presenta cristiano, in una parola non è cristiano, sebbene celebrato in chiesa, ma solo perché affascinava la location.

Mi si dirà che oggi i problemi legati al reddito, al fisco e alle eredità si sono moltiplicati, ma io vi rispondo che, sempre oggi, anzi, molto più, i problemi legati ai figli sono estremamente pressanti, eppure con molta facilità si mettono in comune, cosicchè, eventualmente, ne rimanga un pochino ciascuno, mentre il patrimonio rimane tutto nostro in caso di separazione.

Questo, però, getta le basi per una carne che fa nascere carne (Gv 3,6), un riprodursi tipico di ogni coppia animale, ben distante dal marito e dalla moglie che chiedono i vangeli, affinché tutto risulti inserito in un progetto divino e non in una statistica anagrafica. E’ dal marito e dalla moglie che nasce la gemma nell’albero della vita, la quale si svilupperà divenendo ramo e “sarà grande” (Lc 1,15).

Non ho moglie, non ho figli e parlo facile di cose difficili, ma meglio così di un matrimonio tanto al chilo capace solo di rivelare dov’è in realtà il tuo tesoro (Mt 6,21) , sebbene stia sempre sulle tue labbra .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.