Puttane

Buongiorno Dottoressa Martorelli a cui ho offerto, in amicizia, 700 grammi (simbolico) di sprugnoli trovati laddove mi ritirai a fare una cosa di cui scoppiavo dalla voglia. Fu così che rinvenni, nella proprietà, un angolo popolato di gigli selvatici, come le ho detto.

Come le ho detto che lì nascono, oltre agli sprugnoli, anche di ordinali ed io cambiato l’accento spostandolo sulla prima sillaba: òrdinali. E quello ho fatto in tutti questi anni: ho ordinato i numeri della Bibbia (ho un altro post sui numeri biblici e riguarda voi donne in un passo tragico dei vangeli).

Ora lei seguirà un approccio psichiatrico e penserà che prima ho visto gli ordinali, poi ho pensato ad ordinare per chissà quale sindrome. In realtà, però, ho cambiato quell’accento dopo averli ordinati, ho compreso dopo, cioè, il senso di quell’òrdinali, di quell’ordine e di quei gigli sinonimo, da sempre, di purezza se la chiesa li pone nelle mani di Maria Goretti, vittima di uno stupro che l’ha condotta alla morte, anzi, qualcuno pensa a un martirio, quello di una vergine che ipso facto è pura, ma questa non è altro che la versione della purità di rito, cioè di chiesa, perché, sì, esiste la purezza, ma non appartiene al corpo se si ha un barlume di senso scritturale, se non fosse altro perché la prima testimone del trionfo di Cristo è una puttana, magari puttanaccia di strada, ma dal cuore d’oro, cioè puro.

Poi c’ da aggiungere che Apocalisse è chiara quando in 14,5 parla dei vergini che non che non l’hanno dato o l’hanno data; che non se lo siano toccato o non se la siano toccata, ma sono vergini perché non fu trovata menzogna nelle loro bocche, sono cioè gigli e la loro veste è quelle dei campi non dei campus.

Siamo abituati a un concetto di verginità farisaico: tutto si consuma nel corpo, affinchè, candido questo, possa essere lurida l’anima che tanto non si vede, mentre Maddalena vide il Cristo risorto dopo una notte insonne in attesa dell’alba, in attesa, cioè, della Sua promessa: risogerò.

Fu una puttana, forse, l’unica a non dormire quella notte, fu una puttana, puttanaccia di strada, la vergine savia che aveva fatto scorta della parola di Gesù, per cui Bellucci, nel tuo film avrebbe dovuto esserci quella notte insonne durante la quale fece sicuramente la lotta con le lenzuola in attesa dell’alb(CC 1,13; 3,1 e 5,2)a , in quel letto che aveva visto mille corpi e per questo vide per prima quello del Risorto.

Certe albe sono strane, Martorelli, ti alzi per andare a correre, ma poi vai a puttane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.