Hegel, il ’68 e i cappuccni

Pubblico un mio intervento sui commenti, tutti presenti in Bianco, rosso e verdone. Faccio a meno, così, di riscrivere un post che avevo in testa.

Orazione come preghiera WW. Non parlarmi delle scuole: se avessi figli non ce li manderei. Piuttosto, anche se figlia, a Bombay di notte, in periferia e da sola. Ci rimetterebbe la verginità, non l’anima.
Tutti pensano la scuola come il posto più sicuro al mondo, ma in realtà è il più pericoloso.
Sai, quando frequentavo le medie, c’erano liste in tutto e per tutto simili a quelle di proscrizione: era lì che si marchiavano gli operai; ed era lì che si diventava dottori, dipendentemente dalla lista che consegnava al titolo o al lavoro. Questo perché sì, tutti a scuola, ma in fabbrica chi ci va?
Ecco allora la selezione di stato che consegnava i figli degli ignoranti operai all’ignoranza che si trasmetteva di padre in figlio, come una maledizione, un karma.
Non molti sono a conoscenza di questo, ma io sì, per certo, e per questo dico che l’esodo biblico degli immigrati segue la stessa logica: tutti a scuola ma chi toglie la merda alle vacche per il cappuccino dei colletti bianchi? Gli immigrati, ovvio, chiamati a svolgere, in realtà, i lavori più umili che nessuno vuole fare più .
La scusa ipocrita che si è trovata è il calo demografico che maschera la vergogna degli schiavi nel 2019, ma basterebbe poco per togliere quel velo di cui parliamo e che copre la verità: un’indagine ad hoc sulle nascite per capire se davvero un’eventuale calo giustifichi un esodo di proporzione biblica o se, invece, le vacche che fanno il cappuccino, cagano di più a causa di più cappuccini, ma nessuno vuol mettere mano alla pala.

Bene attenti Vecchioni del ’68 e la vostra Antigone: la comandante della Sea Watch si chiama Carola, come la più classica vacca. State facendo imboccare alle nuove generazioni la dialettica servo-padrone di Hegel e i carrelli ai centri commerciali potrebbero chiederli i vostri nipotini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.