La Pasionaria

Ciao e buongiorno Padre Livio, colui che per molti anni mi ha tenuta compagnia perché assiduo frequentatore delle sue frequenze.

Ieri sera, mentre cenavo, ho ascoltato di nuovo una tua trasmissione, perché mia madre, con la quale convivo, ancora ascolta la tua radio.

Così sono venuto di nuovo a sapere che, al crollo del regime sovietico, si associa un miracolo della Madonna o qualcosa del genere, notizia che già avevo udita, ma che avevo dimenticata.

Tu, con garbo, l’hai di nuovo commentata, lasciando però adito a un dubbio accademico, cioè se sia stato il caso o Maria a determinare il crollo del comunismo.

Mi pare ovvio che i tuoi ascoltatori non abbiano avuto un briciolo di dubbio: la Madonna che, come tu hai detto, se vuole ottiene, come del resto hai detto del vescovo che si oppose ai tuoi veggenti: “Se la Madonna vuole, non c’è vescovo che tenga”.

No, Livio, lascia stare Maria che casomai ha pianto in entrambi i casi, perché tutto è dipeso da Roma che se vuole non c’è né vescovo, né Chiesa che tenga, in questo caso ortodossa.

Te lo spiego io come sono andate le cose: nel 1914 avete dato fuoco all’Europa per fare l’arrosto con la Russia la quale, decise, scioccamente, di giocare con il bianco, dimentica che la sua forza e la forza del suo gioco, è il nero, cioè una difesa formidabile.

Si fece prendere la mano, direi, ma in realtà si fece prendere in giro da un trabocchetto in apertura, giocato su una scacchiera che prometteva, con quella cattura, una vittoria quasi a tavolino. E lo mangiò quel pezzo di valore con cui credeva di conseguire una superiorità di pezzi e di gioco che gli avrebbe permesso una vittoria oltremodo facile.

In realtà si rivelò la vostra trappola -micidiale a dire il vero- che le fece abbandonare il suo gioco difensivo per le grandi diagonali europee. Fu un errore di valutazione, una variante che ammaliò la Russia che ne rimase stregata e per questo poco a ha che farci Maria.

Con l’avvento del vostro comunismo, iniziaste una purga capillare di tutto quanta la Tradizione ortodossa, tanto che i morti, a milioni e che ancora si contano sfuggendo il totale, sono da imputarvi.

Ovvio che in questo gioco al massacro, la Chiesa ortodossa fu distrutta, cioè omologata alla vostra storia che divenne davvero “cattolica” cioè “su tutta la terra”, perché l’unica differenza di pensiero, di fede e di cultura cristiana fu cancellata.

Dunque, il miracolo che si associa alla caduta del comunismo è anch’esso frutto del vostro imperio e la Madonna ad altro non serve che a stendere quel velo con cui si dice si copra quello che in realtà è successo: milioni e milioni di morti per la vostra causa, quella di una beatificazione infernale.

In tutto questo, però, c’è di buono che si è letta una pagina di Apocalisse, in fondo, perché la Russia doveva essere “fedele sino alla morte”, affinché ricevesse “la corona della vita”, come si legge nella lettera a Smirne che è la Russia, per cui mi sta anche bene, trovo invece oltremodo scomodo essere preso per il culo.

Ciao, ti lascio con un consiglio che vale oro (offerte, euri): fai leggere a Robertina Nicola Lisi e il suo Diario di un parroco di campagna che è più di Bernanos e manderà in sollucchero i tuoi ascoltatori che conosco come i miei gatti.

Sai, è toscano come me Lisi e questo, è un caso; mentre quello della Madonna e del comunismo è una barzelletta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.