Senz’ombra di dubbio

Egregio Signor Aberto Zampieri,

casualmente mi sono imbattuto nella sua lettera che è stata pubblicata su Toscana Oggi, cosicché ho la possibilità di risponderle da Toscana Qui, ossia dal blog, essendo toscano di nascita ed educazione, scolastica e familiare, ma adesso vivo in Umbria, non avendo dimenticato, però, il Valdarno aretino dove sono nato e cresciuto.

La lettera che lei ha pubblicato è molto interessante, perché solleva più di una questione, tanto che la risposta che ha ricevuta mi pare alquanto riduttiva. Un trafiletto di giornale, insomma, quando chiedeva un articolo di fondo (se Toscana oggi, magari per campanilismo, volesse pubblicare anche la mia di risposta faccia pure).

Veniamo alla sua lettera


Meditando su Maria, mi stupisce un po’ notare che, eccezion fatta per  le poche parole pronunciate alle nozze di Cana («fate quello che vi dirà»), lei rimase sempre in silenzio  durante gli anni della predicazione di Gesù, a parte le parole pronunciate in precedenza in occasione dell’Annunciazione e quelle dette, dopo tre giorni, a Gesù ritrovato nel tempio. Insomma, rimane nell’ombra e la gloria è solo per il Figlio. Non è forse troppo poco per lei?

Quell’ombra a cui si riferisce è molto più fitta, perché lei non ha contato, quindi non si è accorto che Giovanni mai cita il nome Maria. Lo fa attraverso pseudonimi come “donna” e “madre, ma velandone l’identità.

Tuttavia, Maria, sebbene ricorrendo ad altri titoli, ricorre in Giovanni 5 volte ed è fondamentale, perché nell’economia dei sinottici e del Vangelo di Giovanni l’occorrenza di Maria è 43, questo significa che in 43 versetti, o l’Una o le altre, compaiono in 43 versetti complessivi, di cui 25 sono dedicati alle altre Maria e dunque ne rimangono 18 dal computo complessivo di 43 e quei 18 fanno riferimento alla Madonna.

Questo è il punto che ci ha fatti incontrare, perché io avrei scommesso su un’occorrenza Mariana, quella con la maiuscola, di 23 ma i conti non tornavano, per cui ringrazio il mio interlocutore che ha fatta luce scrivendo a lei che a Cana Maria, sebbene “madre” e sebbene “donna”, ricorre 5 volte, per un totale, però, che sale a 23, quel 23 che io cercavo perché la genealogia lucana, quella però che il blog ha ricostruito, ferma la generazione di Maria al 23 a.C.

Capisce da solo, quindi, che Giovanni non nomina direttamente Maria, ma la nasconde, come lui si nasconde dietro la locuzione di “discepolo che Gesù amava”. Nasconde Maria, ma fa sì che quelle 5 volte che indirettamente la nomina, siano quelle fondamentali solo a una ricerca profonda nella Scrittura, tanto profonda che conferma, nell’esito, la genealogia lucana qualora se ne abbia, però, almeno un’idea.

Alla luce di tutto questo, non parlerei di “personaggio in ombra” nel caso di Maria, ma solo di una donna che si nasconde agli sguardi dei curiosi, gelosa di un’intimità scritturale che si rivela solo quando ce n’è bisogno e a coloro, come lei, che s’interrogano sinceramente.

Vorrei concludere, se mi permette, con un’altra nota, calcoli alla mano: se l’occorrenza del nome Maria nei Vangeli è 43, e se Maria direttamente è citata 18 volte, quella che “non è Maria” ricorre 25 volte come a dirci che il Natale del 25 (dicembre) è si quello di Maria, ma non quello della Madonna che infatti cade il 10 agosto.

Spero di essere stato chiaro: è la prima volta che pubblico su un giornale e l’emozione può giocare brutti scherzi, anche a lei che se passa da Levane e me la saluta potrebbe magari trovarsi, “nell’Ambra”, a firmare autografi

Cordialmente

Giovanni Parigi, blogger dell’Alta Valle del Tevere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.