1563-1633, la Notte degli oscar

Buongiorno Dottor Torresani,

sono quasi giunto all’epilogo della sua Storia della chiesa e mi chiedevo se sia lecito rivolgerle una domanda specifica, dal basso però della mia poca esperienza riguardo la cronologia biblica, da me analizzata, in ogni caso e minuziosamente, dall A.M fino al 135 d.C., quando tutte le speranze d’Israele naufragarono nell’ennesimo bagno di sangue.

Vorrei chiederle, sia mai che abbia risposta, se la sua ripartizione in sette fasi possa, in qualche maniera, essere ulteriormente divisa, ma non verso il dettaglio, ma il macroscopico.

La cronologia biblica, come lei ben sa, si ordina dal basso verso l’alto e viceversa, come si ordina per altre tranches cronologiche apparendo, a un occhio abbastanza esperto, come un grande albero che dalle radici giunge alla vetta seguendo una direzione.

Tuttavia, ci sono anche altri elementi (branche, rami e foglie) che però appartengono a particolari disposizioni, tanto che, oltre la natura, c’è anche l’ordine di elementi che l’uomo ha modellato, cioè quelli che sono atti, ad esempio, a una potatura da coltivazione.

In sintesi le sto dicendo che i singoli elementi dipendono dallo sguardo, senza con questo nulla togliere all’ordine naturale che la pianta avrebbe. E’ così allora che noi possiamo giocare con quelle categorie cronologiche e forse anche immaginarle, ma alla luce dei fatti però, di modo che sia proprio lo studio tutto a goderne perché, dipendentemente dallo sguardo e dall’ordine che abbiamo dato, si conoscono aspetti prima ignorati.

Ecco allora che, come nella cronologia biblica ci muoviamo secondo la ripartizione macroscopica più importante, cioè l’avanti Cristo e il dopo, la Chiesa conosce altrettante ripartizioni che facilitano anche la comprensione della sua e più articolata cronologia in sette fasi che risulterebbe essa stessa divisa in due.

Il nostro concetto, quello che disegna una nuova grande bipartizione, noi l’abbiamo mutuato dal cinema, esempio che lei, dall’alto della sua cultura e ed età, credo possa ben capire, perché assume la rivoluzione del colore come grande fatto epocale, segnando, in fondo, due epoche: l’epoca del bianco e nero e quella del colore che altro non sono che quella della sapienza e quella della scienza, cioè a dire il passaggio da una Scrittura indagata alla luce della prima e poi della seconda.

L’avanti e il dopo, in questa cornice, sarebbe dato dal Concilio di Trento che segnò il più importante spartiacque in seno alla Chiesa cattolica, perché se prima avevamo un B/N sapienziale, dopo vedemmo il colore della scienza, passando, ovvio, per due fasi di transizione che dettero luogo a un B/N sporco e un altrettanto sporco colore per poi, cioè con il processo a Galileo, optare in tutto e per tutto per una pellicola scientifica che ce ne ha fatte vedere di tutti colori, ma passando prima per un periodo sporco (molto, forse troppo) che già da adesso conosciamo e va dalla fine del Concilio (1563) a alla fine del processo (1633)

Vorrei aggiungere il mio tanto modesto da essere inutile parere, ma mi astengo, di certo voglio invece dirle che all’interno di queste due macro ripartizioni potremmo ben catalogare fatti altrimenti alla rinfusa, cioè senza un ordine e quindi un senso, quando l’ordine da noi proposto un senso lo darebbe e proprio ai fini di una comprensione storica migliore, perché la disposizione di un oggetto, seppur storico, spesso dà luogo ad altre interpretazioni sino ad allora impossibili, come la spettacolarizzazione della Scrittura e gl’immancabili cinepanettoni di cui adesso sappiamo l’origine ed è già qualcosa.

Cordialmente

Giovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.