Osteria “Da Galileo”

Egregio professor Fomenko,

deve perdonarmi se la cito, ma credo di poter scrivere che io e lei siamo coloro che gridano al grande falso storico, sebbene il respiro della sua opera sia molto più profondo e vasto, tanto che ho sì appena acquistato il suo 400 anni d’inganni,ma solo per trarne degli spunti non potendo davvero allargare ulteriormente il campo di ricerca.

Io, infatti, mi sono limitato alla cronologia biblica, come sa, per poi occuparmi, ma solo a margine, della storia della Chiesa, cattolica, che quella cronologia prima l’ha falsata, poi imposta.

Noi, mi spingo sino a dire, abbiamo raccolto il testimone di una tradizione di studi illustrissima di cui l’ultimo rappresentante fu Robert Newton che impugnò la cronologia tolemaica, quella stessa che uniforma la Bibbia.

Tale cronologia è falsa, come sosteneva Newton, cioè stilata a tavolino, magari in osteria e per questo getta fuori asse l’intero impianto cronologico biblico che va in shock e dà, letteralmente, i numeri.

Ti viene spontaneo, allora, indagare su quel grande falso che già hai intuito chi l’ha partorito, ma non quando, cioè vuoi sapere quale sia il termine a quo del grande falso biblico, è vero, ma anche -forse più- storico se di mezzo ci va, per esempio, ma solo per esempio, il Vicino Oriente Antico.

Questione non marginale sapere quando tutto ciò accadde, perché coinvolge il chi lo fece, cioè chi e come progettò una storia per poi imporla proprio alla scienza che risulterebbe, in un processo, parte lesa.

Ecco, proprio di un processo, storico, è vero, ma anche penale si tratta ed è quello di Galilei, perché l’eresia era ciò che per noi e il penalmente rilevante.

Tale processo è passato alla storia come la madre di tutte le battaglie legali a causa dell’enorme risonanza che ebbe, che ha e che avrà nei secoli, proprio in virtù di quella scienza che s’impose su un’oscurantismo e fondamentalismo biblico che voleva farla da padrone sebbene il torto marcio che la scienza gli attribuiva.

In un sito spagnolo cattolico lessi queste parole: “La Chiesa non ci fece bella figura” con Galileo e invece io le dico che la fece magnifica perché tutto andò secondo i suoi progetti.

Infatti, con la Sistina (1590) si falsò (stuprò) la Vulgata, poi si pubblicò l’editio princeps della sisto-clementina (1592) e infine si causò un diluvio di menzogne che fecero rimpiangere quello noachico.

Capisce quello che sto tentando di spiegarle? Quel processo fu una farsa, lo si volle perché facente parte di un piano ben congegnato, a dire il vero, cioè da una Bibbia falsa a un processo falso che dimostrasse l’inattendibilità biblica sotto il profilo storico e scientifico, cosicché ci fosse il pretesto per proporre prima, imporre poi, una cronologia e una storia assolutamente false.

Lei, dunque, adesso forse sa dove guardare e chi guardare per venire a capo della storia come inganno: fu con il processo a Galilei che la Chiesa cattolica ebbe modo di applicare la sua politica, cioè chiagni e fotti, donando al mondo una storia immancabilmente più alta (scientifica) che pose però sul trono Ciro spodestando Gesù, cosicché l’uomo avesse il suo re (Cesare, Gv 19,15) e non più il suo Messia.

Fu il processo a Galilei l’inizio di tutto, un processo non a caso in tutto e per tutto uguale a quello tenuto a Gerusalemme nel 35 d.C., il cui epilogo fu, ovvio, il crucifige infrangendo qualsiasi legge che si opponesse a una volontà già scritta.

La storia, caro professore, spesso si ripete e così fanno i processi fino a che non si presenti un avvocato così bravo da ribaltare l’accusa e mettere alla sbarra una storia infondata che, come il serpente, striscia sul mondo, ma proprio questo è il suo punto debole: è superficiale, come ben sa l’adagio popolare che saggiamente recita: “Il diavolo fa le pentole, non i coperchi” per cui non si faccia ingannare dall’odorino di scienza e guardi dentro al pentolone di Galileo Galilei: troverà scarpe sfondate e calzini sporchi.

Distintamente

Giovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.