Pesach sheni: l’impurità di rito

Nel post dedicato alla Pasqua (ma anche qui) del 35 d.C., in cui avevamo descritto un contesto d’impurità che caratterizzava il sinedrio, avevamo anche fatto appello, per comprendere se avessimo o meno ragione, a un calcolatore che individuasse la Pasqua dell’anno 630 a.C. quando la classe sacerdotale dovette celebrare la Pasqua un mese dopo o, meglio, al secondo mese il giorno 14.

Questo per affermare che nel 35 d.C. si poteva essere verificato un episodio simile e la coincidenza delle date, quindi, avrebbe confermata l’impurità di entrambe le classi sacerdotali e le date di quelle Pasque.

L’impurità della classe sacerdotale officiante al 35 d.C. noi l’abbiamo supposta da un fatto: Gerusalemme osanna il Messia, quello stesso che il sinedrio, dopo la resurrezione di Lazzaro, voleva morto (Gv 11,53).

Una delle cause prime, certamente la più importante, d’impedimento nella celebrazione della Pasqua, causa l’impurità, era il contatto con un cadavere, quello stesso che il sinedrio aveva cercato sulla pelle di Gesù.

Non so se questo possa ugualmente costituire impedimento, se sia cioè di per sé l’oggetto d’impurità che diverrebbe intenzionale, di certo Gerusalemme sapeva che Lo si voleva morto colui che si era rivelato il Messia, Quello di cui cantava “Osanna figlio di Davide”.

Anche se non si trattasse di impurità, quindi, di certo la classe sacerdotale ne uscì da una parte delegittimata socialmente; dall’altra impura, perché non solo non aveva riconosciuto il Messia (in realtà sappiamo dai vangeli che lo conosceva benissimo, se non altro grazie a Nicodemo), ma lo aveva osteggiato sino a odiarlo apertamente.

Ecco, questo è il quadro che il programma avrebbe dovuto confermare confermando la Pasqua al 14 di iyar, cioè al secondo mese perché il sinedrio era affetto da un’impurità rituale e impedito a officiare.

Ma non c’è bisogno di nessun programma, la soluzione a me appare fanciullesca se si ha il tempo d’interrogare il web che da solo basta a far luce su Pesach Sheni, cioè la Pasqua al 14 di iyar per coloro che erano e sono affetti da impurità a Pesach, cioè alla Pasqua del 15 di Nissan.
Pesac Sheni, allora, non dipende da nessun programma: è rituale e si celebrerà anche quest’anno, nel senso che cadrà anche quest’anno al 14 di iyar e di sabato, come infatti avevamo scritto noi, per una crocefissione che fu Pesach Sheni, cioè al sabato del 14 di iyar, infranto come dicevamo noi, ma che non ci aspettavamo da coloro che di quel sabato avevano fatto il cavallo di battaglia, ucciso poi dallo stesso proprietario con le sue stesse mani.

Chiedo scusa di questa logica progressiva che purtroppo il blog sola può permettersi. Stiamo facendo ricerca non compilazione, per cui la sorpresa è sempre dietro l’angolo o, trattandosi della Pasqua, immancabilmente dentro l’uovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.