Un sabato di sangue

Abbiamo ripetutamente affrontato il contesto gerosolomitano quando abbiamo fatta luce sul dualismo messianico, perché come predicava Gesù, predicava anche Gesù detto Barabba.

Ma se l’uno era il Messia, l’altro era solo il messia istituzionale, e neanche, come vedremo, ultima ratio di un sinedrio che sapeva essere votato alla delegittimazione.

Fatto sta che Gerusalemme fu dapprima ignorata (Natività); poi odiata (Mt 23,37); poi visitata e amata e quell’amore fu corrisposto quando gridò : “Osanna figlio di Davide”mettendo fuori dai giochi, di potere, Barabba.

Fu allora che il sinedrio capì che era stato delegittimato socialmente e religiosamente e, non ci crederete, era impossibilitato a celebrare la Pasqua. Insomma il più classico degli impasse istituzionali che si risolse solo alla luce oscura di Giuda, quando Gli poterono mettere le mani addosso e liberare quelle di Barabba.

Tesi assurda, non è vero? Quando mai la storia d’Israele ha rimandata la sua Pasqua? O quando un’intera classe sacerdotale era in condizioni tali da essere gettata nel vuoto istituzionale?

Invece, non tutti lo sanno e io l’ho appreso stamattina presto, ci fu un’occasione per molti versi simile, anzi identica, perché fa capo all’impurità dei sacerdoti che rimandarono la Pasqua al secondo mese.

L’episodio e gli antefatti sono in 2Cronache al capitolo 30-31 ed è lì, non a caso in Ezechia, quello dell’oracolo dell’Emmanuele, che non si celebrò la Pasqua nel primo mese (nissan), ma al 14 del secondo (yiar). Insomma c’è un precedente alquanto illustre alla luce dell’oracolo che ci parla non a caso del Messia, dell’Emmanuele.

In quegli anni era sommo sacerdote Azaria e su di lui, badate bene, anche il sempre presente Wiki, va in crash, sia che consideriate il più ferrato di lingua inglese, che lo cita solo a margine; sia quello italiano che però dà la dritta (qualcosa di buono la facciamo anche noi).

Infatti nella lista dei sommi sacerdoti c’è un errore, ma che è però una cosa giusta alla luce della nostra cronologia dei Re. Azaria, due volte è terzo, sbagliando quindi la lista, però uno di essi, quello giusto, è datato come sommo sacerdote al 630 a.C., cioè quattordicesimo anno proprio di Ezechia quando 2Cro 31,13 ci parla di un Azaria che Wiki inglese non cita; quello italiano invece doppia, mentre di tutte le traduzioni consultate a suo tempo nessuno capisce che non è un gioco di parole il suo ruolo, ma s’intuisce subito che era sommo sacerdote, ma nessuno lo dice apertamente.

Cose strane insomma, molto strane: possibile che lì sbaglino e facciano bene al contempo e che tutti i traduttori siano andati in shock? No, il motivo, per farla breve, è uno solo: si è voluto mascherare un precedente, anzi, l’unico perché di mezzo c’è un processo e i precedenti lì fanno giurisprudenza e dunque sono importanti, a volte importantissimi, come in questo caso, nel caso di Gesù.

C’è un bel libro che io ho letto ma smarrito ed è L’assemblea che condannò il messia. L’hanno scritto due fratelli ebrei convertiti veramente, perché furono diseredati in toto, cioè disconosciuti dalla famiglia. Se lo leggete capirete che quel processo, quell’assemblea partorì una feroce farsa non solo, come ben illustrano i fratelli Lémann, ma più ancora perché quel sinedrio era, come hai tempi di Ezechia, esautorato, cioè non aveva potuto celebrare la Pasqua rituale di calendario a causa dell’impasse istituzionale, ed ecco allora che la si celebrò il messe successivo al 14 cioè ad iyar.

Folle, non trovate? Eppure questo programma e molte cose mi dicono che potrebbe essere proprio così. In primis il contesto illustrato in apertura, poi il programma che qualora noi lo impostiamo sul 14 di yiar del 3795 ebraico (35 d.C. gregoriano), segna il 9 maggio del 35 d.C. con il solito avanzamento che il programma dice chiaro d’ignorare, per cui siamo, in realtà , al (29)30 di aprile, quando la Pasqua cade anche il 30 di aprile e dunque non è data folle.

Ma quanto sopra ci consiglia molto di più se cade al 30, perché quei 30 denari di Giuda non sono solo un prezzo, ma un prezzo della memoria, come a dire che il 30 fu crocefisso per denaro Gesù, altrimenti troverei davvero grossolana la nota spesa secca.

Quel 30 aprile il programma lo segna al mercoledì e questo farebbe scivolare di 11 giorni indietro la crocefissione che cadrebbe di sabato, ma questo tutto fuorché impossibile, anzi lo riteniamo quasi prova alla luce dei fratelli Lémann che hanno scritto chiaro che quell’assemblea infranse ogni legge, evidentemente anche quella del sabato, origine della più aspra polemica, ma non tale da impedire la Sua crocefissione di sabato.

Inoltre avrebbe ragione Giovanni a datarla al 14, non di Nissan, ma di yiar per una continuità illegale con 2Cro 30-31 che infatti, ed ecco il motivo e l’origine di questa che vuole essere solo una riflessione da proporre, colloca una lettura ghematrica di tutto rispetto, cioè il momento immediatamente precedente la morte, quello prima del “Tutto è compiuto!”, quando il soldato trafigge il costato ed esce “sangue e acqua” (Gv 19,34) che nel testo greco appaiono come αἷμα καὶ ὕδωρ per una somma ghematica di 630, sostituendo l’omega con l’omicron (alla luce di quanto segue fattibilissimo) che è di nuovo Azaria sommo sacerdote nel 630 a.C., non a caso, perché i vangeli sono poliglotti e hanno in odio chi, dopo decenni e decenni di Scienze Religiose, scrivono Pascua, cioè πάσχα presentando alla storia un processo ortografico da codice penale poiché in origine Πησχ (Pes-a-ch), cioè 888 ghematrico come Ἰησοῦς (Gesù). Insomma un falso dietro l’altro perché dopo lo scempio si sputasse sul cadavere.

E’ un’ipotesi, ma che se risultasse avvalorata da un programma che sappia convertire in gregoriano la pasqua del 14 iyar del 630 a.C. diverrebbe realtà se tutto collimasse, specie il sabato di una crocefissione assurda da parte di una casta presa da una fretta tale che rinunciò pure al weekend

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.