Stranamùrre

 

 

La reazione al poulissest sul sessantotto è arrivata e, come temevo, barbemolli sono ricorse al loro meglio, anzi, al quanto di meglio: l’offesa brutale. Meraviglia, allora, che i campioni del dialogo, della parola e della Cultura sappiano, zappe alla “mana” (toscanismo) o come una bestia messa all’angolo, solo aggredire offendendo, perché senza argomenti.

“Argo menti!”, cioè:” Lurido cagnaccio taci!” senza neanche sapere, ahiloro e hainoi, che “Argo” era la mia pass alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, per la piacevole sorpresa dell’impiegata sorridente e che saluto se ancora viva, ma cosa che ha prodotto un destino, moltiplicando le conseguenze.

“Argo menti!” e giù botte (offese) che quasi quasi “dico anch’io sono fascista”, perché questo non è amore, è amùrre a poco, pochissimo prezzo: di strada, una traversa culturale, insomma.

Ragazzi, non fatevi illusioni: prima o poi dovrete immancabilmente scegliere tra “una comoda schiavitù e una libertà esigente” (non ricordo il nome dell’autore che mi pare francese) per cui sin da adesso vi dico che ben oltre il 90% sceglie la prima, perché l’altra è Argo, da cani, randagi però eh! 

Ps: la foto appartiene al miglior “Ulisse” mai girato, secondo me. E’ roba da “vecchioni”, lo so ma il tempo pass’ per tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.