I cento giorni che fecero la Russia

ortodossia_04

Lo schema che permette una diversa, forse addirittura migliore, comprensione di Apocalisse adottato dal blog è ormai noto. Noi immaginiamo un ordine dei fatti laddove tutti vedono un’opera kafkiana (Ravasi).

Quest’ordine nasce sin dal primo capitolo, cioè dall’elenco delle sette chiese che sono dislocate in Asia Minore, ma rispecchiano tutta la realtà cristiana nei secoli a venire rispetto a Giovanni, se Apocalisse è Rivelazione di cose “che devono presto accadere” (Ap 1,1).

E’ così che Efeso è Israele; Smirne la Russia: Pergamo l’Italia; Tiatira la Germania; Sardi l’Inghilterra; Filadelfia la Francia e Laodicea la Spagna. Come è facile intuire, siamo di fronte all’intera cristianità con le rispettive chiese.

A ciò si aggiungono le lettere ad esse indirizzate, le quali hanno come destinatari le sette chiese stesse e potremmo fermarci qui, perché per il post sono sufficienti queste indicazioni, per cui solo per completezza aggiungiamo che i sigilli, le trombe e le coppe si distribuiscono non a caso nell’opera, ma rispecchiano l’ordine delle sette chiese stesse dicendoci che ciò che accade in ciascuno di essi accade, nello stesso ordine, nelle singole chiese, cioè in una realtà storica, politica e religiosa distinta dalle altre, sebbene i riflessi si ripercuotano anche nelle altre realtà.

Ma oltre a questo c’è anche un’altra caratteristica che la nostra lettura di Apocalisse ha e fa riferimento agli elementi naturali, quali il cielo, il mare, la terra e gli inferi (sottoterra). Noi in essi vediamo le chiese, cioè vediamo in Efeso/Israele il cielo; in Smirne/Russia il mare; e nelle restanti cinque la terra, quando Sardi/Inghilterra rappresenta gli inferi, cioè ciò che sta “sottoterra”, tant’è che non reputiamo casuale che la lettera indirizzata a quella chiesa scriva “ti si crede vivo, ma sei morto” poiché il regno dei morti sono gli inferi.

Ecco, spiegato questo non rimane che entrare in argomento, cioè nello specifico e parlare del “mare” cioè di Smirne, della Russia e dunque della Chiesa ortodossa, laddove essa è consegnata, seguendo la lettera, a una persecuzione di 10 giorni.

Diciamo subito che quei 10 giorni ci suonano molto male, perché in realtà noi leggiamo “cento” per un periodo complessivo di 100 anni, se applichiamo la regola di un giorno per un anno conosciuta da Apocalisse.

Dunque Smirne, la Chiesa ortodossa, avrà, stando ad Apocalisse, una persecuzione di un secolo (vedremo 1918-2018) e non di 10 giorni e questo crea un collegamento con una profezia non molto conosciuta fuori dagli ambienti cattolici, cioè quella di Leone XIII che sembra abbia ricevuto per ispirazione una profezia in cui Satana chiede 100 anni “per distruggere la chiesa” che, se vero, costringe a chiedersi di quale chiesa si tratti, poiché noi non attribuiamo automaticamente tutto alla Chiesa cattolica, sebbene un Papa sia il latore della visione (ne potrebbe essere anche il protagonista, non trovate?).

Se fosse stato scritto, in Apocalisse, che Smirne, la Chiesa ortodossa, subirà una persecuzione di 100 giorni/anni sarebbe stato davvero facile attribuire la profezia ad essa (1917/8 anno della profezia-2018 perché anche adesso non se la passa bene), ma leggiamo “10 giorni” nella sua lettera e dunque non lo è, ma solo a prima vista, facile perché noi ipotizziamo il falso finalizzato a creare proprio il contesto della persecuzione che doveva rimanere anonima, pena lo smascheramento dei persecutori e della vittima, ipso facto santa.

Dunque non rimane che cercare nella Scrittura almeno un indizio che suffraghi la nostra ipotesi del falso, scoperto il quale, cioè l’indizio, si possa demandare ad altri un ricerca più completa circa quei 100 giorni, anziché dei 10 indicati dalla lettera di Giovanni. Insomma vogliamo almeno giustificare la fatica, dare almeno una speranza.

Ecco allora che si presenta ai nostri occhi un caso strano, una coincidenza che noi non riteniamo tale ed emerge dalla ghematria ebraica di יַמִּ ים che significa, stando alla traduzione inglese di Gn 1,10, “mare” quando noi lo avevamo scritto in apertura che “il mare” in Apocalisse è la Russia ortodossa.

Il valore ghematrico di יַמִּ ים è 100 e assieme a questa coincidenza (avevamo altresì scritto che noi ritenevamo falsati i 10 giorni di persecuzione) vogliamo aggiungere, sulla scorta di un’intera categoria dedicata alla non secondaria funzione della numerazione dei versetti, che non è muto quel 10 che emerge da Gn 1,10 dove leggiamo “mare”, perché la falsificazione avevamo detto essersi consumata nello scambio proprio del numero 100, che emerge dalla ghematria di יַמִּ ים, con il numero 10 relativo ai giorni della persecuzione.

Insomma, di indizi che giustifichino la ricerca di qualche manoscritto di Apocalisse dimenticato ce ne sono e magari si ha fortuna e si scopre quello giusto, cioè non contraffatto che ci parla di 100 giorni e non di dieci. Magari sono cosa già nota quegli strani 100 giorni, ma catalogata, come al solito, come “errore del copista”, quando invece dicono la verità e siamo di fronte al testo originale della Lettera a Smirne.

Se così fosse, quella profezia che ci ha consegnato un Papa cattolico (Leone XIII) assumerebbe tutt’altra luce, perché non solo profezia, ma anche e più rivolta non alla Chiesa cattolica -che tra l’altro non ci pare mai stata perseguitata in questi ultimi 100 anni- ma alla Chiesa ortodossa che non a caso ha subito due guerre mondiali e 70 anni di comunismo che ha cercato di scristianizzare dalle radici la Russia ortodossa, la quale ha resistito veramente “sino alla morte” rimanendo fedele, come scrive la lettera, e dunque gli va conferita la “corona della vita” promessa.

Ps: vorrei aggiungere altro, ma lo tengo per un secondo momento.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.