La misura di uno scandalo

pietra

Se esiste un modo per riassumere lo scandalo del Cristo, Cristo l’ha trovato, sebbene poi in realtà tutto ci parli del suo scandalo che ebbe il suo climax sulla croce, è vero, ma fu introdotto da una citazione che attinge direttamente a Isaia e al salmo 117(118).

Nel primo caso leggiamo:

Dice il Signore Dio:
«Ecco io pongo una pietra in Sion,
una pietra scelta,
angolare, preziosa, saldamente fondata:
chi crede non vacillerà. (Is 28,16)

mentre nel secondo caso tutto assume un senso pieno, tanto che credo non sia opportuno considerare i passi isolatamente. Leggiamolo

La pietra che i costruttori avevano disprezzata
è divenuta la pietra angolare. (Sal 118 v. 22)

A questi due passi i Vangeli fanno riferimento quando scrivono

La pietra che i costruttori hanno scartata
è diventata testata d’angolo;
dal Signore è stato fatto questo
ed è mirabile agli occhi nostri (Mt 21,42)

e noi non vogliamo addentrarci in un’esegesi che altri hanno già diffusamente fatta, tanto il passo è famoso e importante all’interno della Scrittura. Questo non significa che non vogliamo evidenziarne l’importanza, ma, al contrario, sottolineare come abbia quasi vita propria essendo una pietra d’angolo caratterizzata da precise misure che non sono solo simboliche, ma ordinano la Scrittura stessa, in particolare l’opera di Giovanni che ripropone il passo da un’ottica del tutto particolare e che la caratterizza, cioè il numero sette che dal suo Vangelo ad Apocalisse non solo ne testimonia la paternità, ma anche un preciso segno se “i segni” sono sette; sette le chiese; sette i sigilli; sette le trombe; sette le coppe e sette volte compare ἀγάπη (amore) a caratterizzare la sua opera.

Il passo di cui ci stiamo occupando, la pietra angolare scelta ma scartata, non è da meno, tanto che Giovanni lo colloca sì nel suo schema ordinato dal numero sette, come vedremo, ma facendo però riferimento all’intera Scrittura, dove quella pietra angolare del Cristo compare altrettante sette volte.

Infatti al Salmo 118 segue Isaia 28, poi Mt 21,42; Mr 12,10; Lc 20,17; At 4,11: 1Pt 2,7 per un totale di sette citazioni. Sin da subito ci è venuto da pensare che quel sette, simbolo da sempre di perfezione, crei un gioco di parole e di significati, se la pietra di cui si parla fu in realtà scartata perché imperfetta. In ballo c’è l’idea stessa di perfezione che può essere divina o umana, tanto che ciò che Dio elegge, l’uomo spesso scarta e viceversa.

Ma si gioca anche la natura di un’opera evangelica che si fa parola, si fa, appunto Vangelo e Rivelazione (Apocalisse), se λίθος (pietra), simbolo eminente del Cristo, compare nel primo sette volte, per poi riaffiorare nella seconda in sette versetti, ma otto occorrenze, quasi a rafforzare un concetto che si era fatto ordine su una scala di sette che caratterizza l’uomo e l’evangelista: Giovanni.

Sono proprio le non casuali otto occorrenze su sette versetti di Apocalisse che ci parlano del Cristo, se il valore ghematrico di Ἰησοῦσ (Gesù) è 888, tanto che possiamo scrivere che la perfezione (sette) si esprime in Gesù (8 88).

Dunque “la pietra scartata” è sì un passo fondamentale, ma lo è ancor di più di quanto si potesse immaginare se la Scrittura su di essa ha costruita la sua perfezione che non è solo simbolica, ma si fa numero, cioè precisa misura, cosa che rende una pietra pietra angolare perché dalle sue misure e dalla sua perfezione dipende tutto quanto sopra di essa sarà costruito da Dio, però, perché l’uomo, in realtà, aveva un altro progetto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.