Fatebenefratelli, che l’isola c’è

isola tiberina

Ci siamo sempre chiesti sull’isola di Patmos che crediamo sia l’isola che non c’è, quella cantata, cercata e mai trovata se non nell’immaginazione. E noi non siamo stati da meno navigando Apocalisse alla luce della bussola ghematrica che indica un valore alquanto interessante se quell’isola fosse in realtà un’altra o un’altra realtà.

Di certo è un isola, un isola che Apocalisse chiama Patmos, ma che noi vorremmo fosse Ποταμός ( Παταμος-Πατμος, fiume) così che divenga “l’isola del fiume”. Ma dov’è un isola su un fiume, dove può mapparla la Scrittura se non a Roma? Non c’è forse l’Isola tiberina? Dunque Patmos, in realtà, sarebbe Ποταμός, cioè  “l’isola sul fiume” Tevere a Roma.

Ipotesi affascinante e credo mai presa in considerazione, tuttavia praticabile alla luce della solida tradizione di un San Giovanni nell’Isola tiberina, cosa che non crediamo casuale, sebbene la tradizione ci parli di San Giovanni Calabita, ma noi abbiamo ormai molto pelo sullo stomaco e ci viene da dubitare che in realtà quella tradizione facesse riferimento all’apostolo e non al Calabita, magari di passaggio e a cose fatte, ma poi rifatte a sua misura, tanto che si è appropriato della tradizione.

Sulle prime molto dubiteranno, ma che ne sarebbe se fosse attestato San Giovanni apostolo a Roma ma, alla luce delle nostre conoscenze, difficilmente collocabile? Se la Scrittura ci consegna Patmos, che senso avrebbe potuto avere o quale dato a una fonte, magari una lapide addirittura, che ci narra forse degli ultimi giorni di Giovanni apostolo a Roma?

Si sarebbe necessariamente creato lo stesso imbarazzo che la critica ha provato di fronte alla Gioconda, ritratta con un lago alle spalle il cui contesto, però, lo negava essendo datato il suo prosciugamento nel Pleistocenico, troppo distante nel tempo, anche per quello geniale di Leonardo.

Tuttavia quel lago e riemerso dalle nebbie della censura e dunque anche Giovanni l’apostolo potrebbe resuscitare a Roma nell’Isola tiberina facendone il contesto carcerario in cui fu scritta Apocalisse, addirittura.

Se così fosse le cose cambierebbero parecchio, perché di un’opera è fondamentale conoscere il “dove” fu pensata, che in questo caso non è un’isola sperduta nel Mar Egeo, ma nientemeno che la capitale dell’impero: Roma, che potrebbe fregiarsi anche della paternità dell’ultimo e più affascinante libro della Scrittura.

Lo ripeto: tutto dipende dalle fonti, dalle attestazioni e dalla fortuna che se dà una mano, permetterebbe di scovare, tra le vestigia dell’Isola tiberina, Giovanni l’apostolo, anziché il Calabita, cambiando radicalmente scenario. Uno scenario che è già romano nella misura in cui la ghematria proietta la sua luce, fastidiosa per alcuni, ma non per tutti.

Infatti il 567 che emerge da Ποταμός è un  valore che ostinatamente conduce a Roma se, come abbiamo già visto, Vaticano e Fatima, rispettivamente Υαθικανος e Φαθιμας, hanno identico valore (567), un valore che anche la scienza conosce perché nel 567 a.C. si data l’eclissi del VAT 4956 che disciplina la parte forse più importante della cronologia biblica, avendo riflessi diretti e indiretti, sull’esilio, sui Re e su tutta quanta la cronologia del secondo tempio, quello a cui si equipara Gesù, stando a Gv 2,20-21.

Dunque 567 è numero molto importante e sempre conduce a Roma, come le sue vie ed ecco allora che quell’isola di Ποταμός (sul fiume) non a caso anch’essa lì ci porta, ci porta cioè all’isola che non c’è perché cancellata dalle mappe e dalla Scrittura per far posto a un Giovanni Calabita che non fu apostolo, ma ne prese solo il posto: Roma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.