Una giustizia disumana

croce

Un post breve, questo, che ha la presunzione di far ridere, di mettere nella giusta luce un versetto famosissimo di Genesi: il 3,5 e il suo “conoscerete ciò che è bene e ciò che è male”.

Già dalla traduzione del verbo γιγνώσκω si apre la scena: il verbo ha molti significati, ma quello scelto da crediamo tutte le versioni è il peggiore, perché γιγνώσκω non ci parla di “conoscenza” alla luce della Bibbia, ma di “decisione”e “giudizio” quindi il versetto assume tutt’altro significato, cioè “stabilirete, giudicherete ciò che è bene e ciò che è male”.

L’uomo da quel momento diviene amministratore della sua giustizia, stabilisce ciò che è retto e ciò che non lo è; stabilisce anche cosa sia peccato e cosa no avocando a sé un attributo che non può che essere divino: la giustizia.

Ecco allora che il versetto 3,5 di genesi diviene l’anno 35 d.C. quando Cristo, il Cristo, è giudicato dagli uomini e condannato alla crocefissione con una sentenza unanime, salvo un paio di eccezioni.

Quel Cristo bontà, carità, amore e verità è giudicato la massima espressione del peccato di cui si è fatto carne e ciò fa sorridere al di là del dramma, perché l’uomo e la sua giustizia, quella che in Genesi ha avocata a sé, diviene il simbolo della follia.

In questo senso e a questa luce si comprende anche l’appello che Gesù rivolge a tutti noi: “Non giudicate e non sarete giudicati” (Lc 6,37) o al minimo sbagliereste sino al punto di confondere il Figlio di Dio con il peggior criminale della terra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.