Da Pelago, l’insolito mare, alle reti di Fuscine

bucineLa toponomastica altro non è che l’origine del nome dei luoghi, luoghi che certamente hanno adattato il loro nome a una peculiarità. Come nel caso di figulinae che ha generato Figline; o Terra nova che ha fatto lo stesso con Terranuova; così per Incisa che ha conservato il participio latino; mentre Pelago ha fatto tesoro del greco πέλαγος e Anciolina che ha trasmesso il greco αγκών (gomito, angolo).

Tutti questi comuni e località tradiscono l’origine lacustre del Valdarno, lo abbiamo visto, luogo che è ben distante da quel Pleistocenico indicato dagli studiosi, se tutto si consuma in epoca molto vicino a noi. Infatti se la toponomastica non va oltre il greco e il latino, ci sentiamo autorizzati a ipotizzare che il Pleistocenico abbia davvero poco a che fare con quelle due lingue, a meno che nuovi studi non dimostrino che erano le lingue correnti di quell’era geologica.

Ma torniamo al tema riproponendo, nel post, una di quelle località, un comune per la precisione, cioè Figline Valdarno, posto all’estremità Nord del lago. Il suo nome, lo abbiamo scritto, deriva dall’attività principale del luogo cioè la lavorazione delle argille con cui si creavano stoviglie (figulinae) o in ogni caso manufatti di ceramica.

Noi, sin da subito, abbiamo cambiato versione non attribuendo ai romani quell’attività, ma bensì a coloro che misero a frutto le argille emerse dai fondali del lago che fu prosciugato a cavallo degli anni 1316-1321. E’ un’ipotesi coraggiosa che sfida secoli di studi, perché Figline è comune importante avendo fatto parte del contado granducale (andiamo a memoria, sebbene una volta fossimo particolarmente ferrati sull’argomento).

In questa sfida, però, abbiamo adesso dalla nostra un quadro toponomastico di un certo spessore che lascia chiaramente intendere la presenza di un lago in epoca tardo medioevale. Tutti quei nome di comuni e località indicati sopra, cioè in apertura del post, lo testimoniano e se Pelago era prova schiacciante, possiamo quasi chiudere il cerchio e proporre Bucine che ha del sorprendente.
Bucine è a due passi da Levane, mio paese natale. L’Ambra, fiume che lo attraversa, scorre, pochi chilometri più su, alla base della collinetta su cui Bucine è situato e da ragazzi risalivamo quel torrente fin sotto Bucine pescando “con le mani”, cioè frugando tutte le possibili grotte in cui poteva esserci del pesce.
Con questo non voglio parlare della mia infanzia e adolescenza, ma solo dire che quel torrente lo conosco a memoria, fino a Bucine, comune la cui toponomastica tradisce, al pari di Pelago, il lago del Valdarno in epoca molto recente (XIV secolo) se consideriamo la datazione ufficiale che lo vuole prosciugato naturalmente nel Pleistocenico.

Infatti, l’etimologia di Bucine rimanda alle reti da pesca o “fuscine con il raro mutamento di f in b” così leggiamo nel dizionario etimologico. Qui si aprono due considerazioni:

La prima è che un’attività di proporzioni tali da giustificare la toponomastica come per figulinae che ha generato Figline, non è immaginabile se prendiamo in considerazione il torrente Ambra, neppure nella stagione delle sue piene che sì, fino a che il pesce era commestibile, spingevano i pescatori dilettanti sulle sue rive con la bilancia, cioè con una piccola rete da pesca, ma non si crea un’attività che determina la toponomastica per quattro pesciotti pescati al sabato.

Ben diverso il discorso sarebbe -come è- se ci fosse stato a neanche un paio di chilometri di strada (in linea d’aria forse tre o quattrocento metri) da Bucine, il lago del Valdarno che richiedeva non solo reti nuove, ma anche la loro manutenzione e riparazione. Allora sì un luogo diviene simbolo dell’attività economica principale e solida come per Figline.

Tutto questo proietta una luce ben diversa su Bucine che era il luogo dove verosimilmente si costruivano e si riparavano le reti con cui, magari i levanesi, pescavano nel lago del Valdarno fino al XIV secolo.

La seconda considerazione verte su quella strana inversione tra la consonante spirante (f) e la labiale (b) che ha cambiato il nome del paese da Fuscine a Bucine. Di questo ce ne da prova il dizionario etimologico utilizzato che parla di rarità, la rarità di un’insolito,  forse inspiegabile, scambio di consonanti, cioè da una f iniziale a una b.

La rarità del caso ci spinge a chiedersi come mai siamo fuori dalla regola, come mai Bucine costituisca una eccezione linguistica. Noi crediamo che Fuscine (reti) rendesse talmente evidente la presenza di un lago in epoca alto medioevale che si è pensato bene di rendere addirittura torbide quelle acque già prosciugate, affinché la storia prendesse il nuovo corso, quello voluto.

Insomma una specie di chiusa linguistica che impedisse il,naturale scorrere della toponomastica del luogo lungo i secoli, che infatti si sono dovuti confrontare con lo strano caso di un f divenuta b, con grande meraviglia dei linguisti e dei dizionari etimologici.

Tutto questo, però, testimonia anche un altro fatto: compiuta l’inutile scempio del lago (la corte papale tornò di lì a poco a Roma dopo la parentesi avignonese) si volle occultare le prove del crimine contro gli uomini e contro una natura di cui si era fatto scempio. Dunque, al già gravissimo reato perpetrato contro l’umanità tutta (quel lago adesso sarebbe il gioiello della Toscana, la regione italiana forse più famosa al mondo) compiuto per futili motivi (una banale questione di passaggio), si aggiunge l’aggravante dell’occultamento non solo delle prove, ma anche dei cadaveri, perché la strage della fauna e della flora fu immane e non è esagerato parlare di ecatombe, la quale ha gridato e grida certamente vendetta al cielo, ma non prima di essere passata attraverso i tribunali dell’uomo perché il crimine è contro l’umanità, cioè è disumano andando oltre la ragione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.