Gv 2,20 e il Ναός, tutto il tempo che occorre

Dedicherò un post veloce al nuovo argomento, confidando nell’esperienza che ormai il lettore magari si è fatta del contenuto del blog, in cui il numero 46 è una miniera, per altro forse lontana dall’essere esplorata del tutto.

In calce potrete consultare una veloce tabella sulle sue occorrenze, mentre adesso ci occuperemo di un’altra sua occorrenza neo testamentaria, quella di ναός, che viene segnata a 46 secondo NSBA e KJV Greek concordance .

Questo è molto importante alla luce di Gv 2,20 in cui Gesù sfida a distruggere il tempio che altro non è che il Suo corpo, un tempio e un corpo, quindi, che sono stati costruiti in 46 anni.

Dovremmo ripercorrere tutte le tappe percorse relative a quest’identità tra anagrafe di Gesù e cronologia del secondo tempio, ma linkeremo a questo post dove illustro la dinamica di quei 46 anni alla luce dell’anagrafe gesuana e alla luce della cronologia del secondo tempio che ne ripercorre le tracce, fermi entrambi a 46 anni.

Adesso dobbiamo far notare che il fatto che coincidano le occorrenze di ναός e gli anni di Gesù significa che nell’ottica neo testamentaria non solo quel ναός è Gesù come abbiamo sempre scritto, ma che entrambi avevano un’eta identica.

Gesù e il ναός sono la stessa cosa e ciò fa risultare falsa, quindi, anche alla luce delle occorrenze, sia la tempistica del tempio adottata dagli studiosi ferma su una ricostruzione del 537 a.C. e una dedicazione del 515 a.C. che non può in nessun modo far salvi i 46 anni; sia l’anagrafe di Gesù perchè quei 46 anni introducono al Cristo cinquantenne di Giovanni, Policarpo e Ireneo ben lontano da quello tradizionale che ha smarrito persino sè stesso non fornendo un’anagrafe certa dopo duemila anni di cristianesimo.

Tale anagrafe emerge sicura, invece, non solo alla luce dei nostri studi, ma anche alla luce delle occorrenze (46) che ci parlano di un’identità tra ναός e Gesù ferma ormai da molto tempo sui 46 anni, per cui i 6 post che sinora abbiamo dedicato alle occorrenze bibliche confermano non solo quanto il blog ha sempre sostenuto circa l’identità che si cela in Gv 2,20, ma anche che le occorrenze hanno aperto un nuovo filone d’indagine, se non di studio, nei Vangeli.

Siam agli inizi, insomma, e il gioco, mi pare, prometta bene se si assume la nostra cronologia, che avrà mille difetti ma mi pare l’unica che sappia proporre un’alternativa scritturale a un contesto cronologico imposto, talvolta addirittura oltre la ragione. Non paiano assurde, allora, le nostre occorrenze in chiave cronologica che spesso stabiliscono nei fatti relazioni interne al testo biblico non sbagliate, casomai mai esplorate.

 

46

 

 

Gv 2,20

Gli anni necessari alla ricostruzione del secondo tempio
Gli anni di Gesù al momento del dialogo con i farisei presso il ναός
Le occorrenze di ναός nei Vangeli
Acrostico Ἀδάμ (Adamo, S. Agostino)
Ghematria di Ελια
Ghematria ebraica di אֵלֶ֚יהָ י (Elia)
I libri dell’Antico Testamento
Le occorrenze di Σατανας nella Bibbia (Nuova Riveduta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.