Jotam, una porta aperta sul Vangelo di Giovanni

Il capitolo 10 di Giovanni al versetto 7 ci parla di Gesù la porta, come ci accenna in 10,22-23 al Suo tempo libero, passato nel porticato di Salomone, in inverno, durante la festa della Dedicazione. Sono tre gli elementi di questo breve paragrafo, ma tutti strettamente collegati e capaci di aprire uno scenario nuovo.

Innanzi tutto la porta a cui si paragona Gesù, che ci costringe a chiederci perchè. Perchè nel capitolo 10 e nel contesto sopra indicato, cioè di festività trascorsa a passeggio?. Di quale dei tre inverni, se tre sono le pasque citate da Giovanni, si tratta?

Partiamo proprio da questo punto per aprire la porta citata da Gesù e capire di quale Pasqua si trattasse. Diciamo che il ministero pubblico è da sempre indicato in tre anni e mezzo e il passo potrebbe con certezza collocarsi durante la seconda Pasqua che, trascorsi i sei mesi iniziali, cadde. secondo la nostra cronologia, nel 32 d.C.

Quel 32 d.C. fu anno sabbatico e giubilare, lo sappiamo, per cui ha strettissima attinenza con i precedenti anni sabbatici e giubilari, in particolare il 668 a.C. che cadde 700 anni prima. Come allora fu festa solenne, perchè tali anni cadevano ogni 350 anni, anche ai tempi di Gesù lo fu festa solenne.

Ai tempi di Jotam, regnante nel 668 a.C. secondo una cronologia che ha incrociato il calendario sabbatico e giubilare con quello dinastico, si celebrò l’evento costruendo la porta superiore del tempio, così afferma 2Re 15,35. Ecco allora che quella porta sotto cui passeggia Gesù potrebbe non essere il porticato salomonico, ma la porta superiore del tempio, perchè ne ricorreva l’anniversario, solo il secondo in 700 anni.

Nel Vangelo leggiamo diversamente, leggiamo Salomone, tuttavia ci viene spontaneo chiederci come mai in quella occasione Gesù parla espressamente di “porta” paragonandosi ad essa, paragonandosi cioè ad un evento di strettissima attualità.

Inoltre ci viene spontaneo chiederci come mai si parla della festa della Dedicazione tirando in ballo la profanazione antiochea, quando, proprio in virtù di essa, sarebbe stato appropriato semmai parlare di purificazione. Invece è espressamente scritto “dedicazione” e l’unica cosa che nel 32 d.C. poteva essere dedicata era proprio la porta superiore del tempio di cui ricorreva l’anniversario e non un porticato reso impuro.

Dunque Gesù si paragona non a una simbolica porta ma alla “porta” quella costruita sotto il regno di Jotam che era di strettissima attualità. Del resto questo emerge anche da un particolare che credo sia sfuggito a tutti, come mi pare sfuggito il fatto che si trattasse della porta superiore del tempio.

E’ un particolare che forse più di ogni altro ci convince, nell’ottica, però, di una Scrittura ispirata che pone sul ragionamento umano il suo sigillo. Gesù è la porta, Gesù si equipara a quella porta di cui ricorre la dedicazione e allora è assolutamente da notare la perfetta coincidenza del versetto biblico con l’anagrafe che esprime Gesù nella storia, come storia è quella porta.

In  2Re 15,35 leggiamo che Jotam costruì la porta superiore del tempio, mentre nel Vangelo, se è chiara la nostra ricostruzione, Gesù si equipara ad essa. Ecco allora che quel 15 e 35 della nota bibliografica coincidono con l’anagrafe di Gesù stesso, nato secondo la cronologia del blog nel 15 a.C. e crocefisso nel 35 a.C. rendendo il legame strettissimo tra l’una e l’altro e dicendoci che quella porta non era il porticato salomonico, ma opera di Jotam.

E’ così che l’architettura diviene storia ed è così che Gesù può identificarsi nell’evento di attualità con una predicazione che s’immedesima nel cuore stesso d Gerusalemme: il tempio. Va da sè però che quel 32 d.C. aprì a un periodo che non fu una passeggiata, come quella fatta in inverno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.