Il sommo sacerdozio oscuro

La caratteristica principale di questo blog è l’anagrafe di Gesù che nessuno degli studiosi ha mai condiviso (tranne Fomenko), nè prima nè adesso. Forse Kokkinos ci si è avvicinato datando la nascita di Gesù nel 12 a.C., ma fallendo il colpo non considerando che Erode uccide i bambini da due anni in giù e questo colloca Gesù tra i nati nel 12 a.C. da circa due anni, per cui la Sua nascita oscilla tra il 14 e il 15 avanti Cristo.

Noi, nell’ottica del Cristo cinquantenne di Giovanni, Policarpo  e Ireneo, abbiamo collocato il Natale nel 15 a.C. e abbiamo fatto bene, perchè la profezia delle 70 settimane vede la crocefissione nel 35 a.C., per cui 50 anni prima cadono nel 15 a.C.

Chi volesse approfondire un po’ l’argomento, senza affidarsi ai singoli post che spesso trattano aspetti particolari della questione, può leggersi le prime pagine de La cronologia di Dio dove illustro il problema il quale, come ho detto, ha avuto negli anni ben altra trattazione, più completa e profonda, spesso tirando in ballo anche la ghematria.

Tutto quindi a rigor di logica e storia, ma niente supera come prova la censura, la quale scatta sempre quando l’argomento non deve neppure essere affrontato, come quel 15 a.C. dies natalis di Gesù che da solo scardina tutta la ricerca attorno a una figura che la si vuole enigmatica, ma che in origine aveva salde basi non solo nella storia ma anche nella storia sacerdotale di Israele su cui si è abbattuta la forbice della censura, come apparirà assolutamente evidente grazie al contributo insostituibile di Wikipedia.

Tra poco noterete come tutto il giudaismo del secondo tempio si fregi di tutti quanti i sommi sacerdoti che dal 515 a.C. al 70 d.C, nonchè la durata della loro carica. Leggete l’elenco che fra un po’ vi fornirò e vedrete che non manca nessuno, come leggerete l’inizio e la fine del loro incarico.

Quando però arriviamo agli anni 23 a.C.-4 a.C. risulta solo il sommo sacerdote ma non il periodo di incarico che rimane ignoto. Quell’arco di tempo contiene anche il 15 a.C. in cui non sapremmo collocare il sommo sacerdozio, unica volta in tutta la storia del secondo tempio.

Non vi paia un caso,seppur increscioso, è la censura che ha colpito proprio l’anno di nascita di Gesù di cui sarebbe stato estremamente interessante sapere sotto quale sommo sacerdozio avvenne il parto, come conosciamo sotto quale sacerdozio avvenne la morte, ai fini di una collocazione anagrafica che sapesse rispondere a tutti gli interrogativi -storici in primis!- che essa pone.

No, non è un caso, se tutto quanto un blog ha poi scoperto, anzi, riscoperto la verità che pone la nascita di Gesù proprio nel 15 a.C.. Non è un caso se ancora ci si arrabatta sulla Sua carta d’identità non sapendo di preciso quando è nato, perchè ci hanno tolto persino la possibilità di capire anche chi Lo ha “battezzato” così che “ipotesi su Gesù” giunga alla milionesima ristampa. Non me ne voglia Messori, anzi, faccia festa con me chè siamo giunti alla soluzione del rebus più stupido della storia tutta e la sua soluzione altro non è che “censura”.

Dinastia degli asmonei

Al tempo della dinastia di Erode e dei romani[

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.