La via del torrente

levaneCerti post iniziano in un modo e finiscono in un altro, come i film. Partiremo con διαββολων e diremo che la sua ghematria è 969, il 969 a.C. ultimo anno di regno di Davide secondo Galil che data 970/969 a.C. (la datazione doppia è d’obbligo, ma come me la salta).

Così abbiamo terminata tetrade di Ap 12,9 che indica serpente, satana, drago e diavolo quando parla del nemico per eccellenza dell’agnello e di Dio. La loro ghematria riconduce a date talvolta assolute della cronologia ufficiale come il 586 a.C. per serpente e il 559 a.C. per drago, rispettivamente indicanti la caduta di Gerusalemme e il primo anno di regno di Ciro. Le altre due invece ci parlano dell’ultimo anno di regno di Salomone, cioè il 931 a.C. (drago) e il 969 a.C. che abbiamo visto per diavolo. Insomma l’inferno, adesso, è completo.

Ma è di altro che voglio parlare. Di un apoftegma, cioè un detto dei Padri del deserto. In particolare di quello in cui un aspirante monaco si era ritirato nel deserto portando con sè un po’ di contante per la vecchiaia che non si sa mai. Il Padre e maestro lo venne a sapere e gli intimò di comprare, con i soldi che aveva, della carne al villaggio. Poi di legarsela ai fianchi e ritornare da lui.

Il monaco così fece, ma al ritorno fu assalito da tutte le bestie del deserto per colpa di quella carne ai fianchi, tanto che si lamentò con il maestro perchè aveva rischiata la vita

“Ecco” gli replicò il maestro” questo accade a coloro che vogliono farsi monaco ma si riservano delle ricchezze. I demoni gli danno l’assalto”.

Ho sorriso quando ho letto l’apoftegma per la prima volta, poi la cosa è divenuta seria con la malattia di mio padre che ci ha consegnato i suoi beni. E’ già iniziata la caccia. Per adesso è un tetto di cui nessuno conosce ancora l’esatto ammontare della spesa per il suo restauro; certo è che prima si sono dimenticati di un piano che non ci appartiene accollandoci anche la sua spesa in percentuale; adesso è diminuita la superficie di quello stesso tetto ma non il preventivo, quando quella quota di tetto neppure ci spetterebbe.

Vedete? Appena sentono l’odore di carne (soldi, beni) i demoni danno l’assalto. Bene ho fatto a rifiutare sin da subito la tutela legale di mio padre, sebbene i miei forse 10 esami di diritto (non ricordo bene) compresa la “triade capitolina” di Pubblico, Privato e Amministrativo: quella tutela mi avrebbe esposto in maniera insostenibile.

Dico allora a coloro che ispirano cattivi pensieri ai comproprietari del tetto paterno, cioè quelli che abitano l’edificio al centro della foto che ritrae il mio paese,  che li ringrazio. Sì li ringrazio perchè quando per 4 o 5 anni (forse più, non ricordo) vissi, dopo una prolungata assenza, a Levane, mio paese natale, presi la decisione di farlo aprendo la Bibbia a caso e leggendo 1Re 17,3-4, cioè questo passo

«Vattene di qui, dirigiti verso oriente; nasconditi presso il torrente Cherit, che è a oriente del Giordano. Ivi berrai al torrente e i corvi per mio comando ti porteranno il tuo cibo».

Per questo tornai al torrente, in particolare al mio domicilio natale “Via del torrente, 4” e lì i corvi veramente mi dettero da mangiare e da bere come era scritto, potendomi così dedicare, giorno e notte, ai miei studi che erano divenuti biblici.

Trovo però strano però che quegli stessi corvi si avventino adesso sulle spoglie mortali di mio padre, come se la paura dell’uno e l’amicizia dell’altro adesso siano svanite e si pensi di potersela giocare come si vuole.

Fate, fate pure che la mia carne consiste -l’ho detto- in una cagnolina trovatella, una gallina, una accètta e un computer e anche quella è a vostra disposizione, come quei padri che derubati correvano dietro ai ladri per consegnargli ciò che avevano dimenticato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.