Arsenico e vecchi serpenti

arsenicoIl primo anno di regno di Artaserse è un anno fondamentale all’interno della cronologia biblica descritta dal blog. In questo post potrete sincerarvi grazie alla breve sintesi, offerta perchè altrimenti il discorso nella sua interezza sarebbe estremamente lungo coinvolgendo non solo il primo e secondo tempio, ma anche la ricostruzione delle mura di Gerusalemme, nonchè la profezia delle 70 settimane di Daniele, giusto per citare i sommi capi.

Se noi fossimo stati attratti dalla datazione che offre la cronologia ufficiale, tutto quanto sopra sarebbe stato impossibile, perchè quel 465 a.C. scardina qualsiasi ordine cronologico biblico. Infatti sin dagli albori della nostra ricerca ci siamo imbattuti in quell’anno e quando, molti anni or sono, decidemmo di mettere alla prova il primo abbozzo di ricerca giungemmo a un passo dal gettare tutto nel cestino a causa di quel 465 a.C. che faceva saltare tutto.

Fu la casuale lettura di un’antologia di liceo, nientemeno, che salvò tutto il lavoro leggendo in quelle pagine che Temistocle scrisse ad Artaserse l’anno che fu ostracizzato, cioè il 472/471 a.C. Quella data permise tutto un altro percorso cronologico, nato per scommessa risultata poi vincente, come dimostra il blog.

Adesso non rimane che chiedersi come sia possibile che gli studiosi siano passati sopra a quella lettera, archiviata come un errore di destinatario, perchè la si giustifica dicendo e scrivendo che in realtà Temistocle, considerato un genio dai contemporanei, non sapesse a chi stava scrivendo.

Se voi doveste scrivere a un personaggio di rilevo internazionale, scrivereste con un indirizzo a casaccio che tanto fa lo stesso? Eppure questa assoluta mancanza di riguardo si è attribuita a Temistocle, anzi, nientemeno che a Temistocle!

Così la cronologia ufficiale ha potuto sdoganare il suo 465 a.C. che tranne i testimoni di Geova tutti adottano, sebbene faccia a pezzi l’intero corpus cronologico biblico, gettandolo fuori asse.

Riteniamo il tutto così altamente falso che con certezza scriviamo circa la violenza che lo ha imposto, assieme ad altri capisaldi cronologici ufficiali, alla cronologia tutta. Una violenza mirata a distruggere le premesse stesse della cronologia biblica altrimenti alternativa a quella ufficiale che, proprio perchè menzogna, voleva gioco facile.

E cos’è più facile del veleno per sbarazzarsi degli avversari? Inodore, incolore e insapore: arsenico! Quello stesso che compare nel greco come αρσενικος e che guardacaso ha lo stesso valore della legittima data del primo anno di regno di Artaserse: 472.

La difesa della menzogna, quindi, passa attraverso una storia che somministra veleno ai suoi obiettori: il veleno della calunnia, della diffamazione e dell’ingiuria sistematica, affinchè il poveretto desista o muoia. Un veleno che obbliga certamente a interrompere la carriera (a me questo è successo) se non addirittura i corsi universitari, ma che non lesina dosi neppure agli studenti qualora si avvicinino alla verità, a Nicodemo (Gv 3,1) come vedremo.

Qualcuno potrebbe giudicare il tutto eccessivo, ma ricordo che il 465 a.C. fa parte di una cronologia che ha nel 586 a.C. il suo vertice, quando Gerusalemme crollò sotto l’assedio di Nabucodonosor. Quel 586 è ghematria di οφις (serpente) e questo, alla luce di quanto sopra, non può essere considerato un caso, perchè l’arma del serpente, anche in natura, è quasi sempre il veleno mortale.

Dopo tutto ciò potete vedere all’opera quel serpente che caccia le sue vittime all’interno delle università, dove è semplicemente impossibile non essere vessati qualora la verità faccia capolino.. Il serpente e il suo veleno si aggirano anche certamente nella storia, mietendo vittime fino a che qualcuno non gli schiacci la maledetta testa e tutti possano dedicarsi alla verità, come Nicodemo, cercatore di verità nella notte del mondo, confermato anche dal fatto che la ghematria di Νικοδημος è appunto e non a caso 472, il 472/471 a.C. primo anno di regno di Artaserse, la prima vittima dell’arsenico versato nella coppa della sua e nostra storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.