Quando un blog incontra la letteratura

dostoieskiDi una cosa sono certo: la voce di Dio è necessariamente, chiara, semplice, talvolta evidente tanta è l’immediatezza. Non so quanti abbiano preso sul serio il gioco di parole che cela l’identità di Μαρξ (Marx) nel suo quasi omonimo greco σάρξ (carne)

La quasi identità dell’uno con l’altra credo permetta di dare una dimensione sinora sconosciuta alla cultura che lo ha partorito e che da lui si è diffusa, una dimensione che trova un preciso riscontro nel pensiero giovanneo, in cui la carne e il sangue sono sempre indici negativi e di cattivo auspicio.

Quello che manca e mancherà sempre a Marx è la dimensione spirituale, l’anima “delle cose”, per questo forse anche il gioco di parole proposto lo conferma: Μαρξ è σάρξ  non cercate altro.

Tuttavia la vasta eco di quel pensiero è l’origine di una galassia che il potentissimo telescopio di Dostoevskij  ha battezzato come I demoni, e con questo nessuno me ne voglia: il pensiero è d’altri, mentre mio è solo un banalissimo gioco di parole.

Un gioco di parole (Μαρξ/σάρξ ) che prevede solo uno scambio di consonanti di cui, siccome greche, vogliamo calcolarne il valore ghematrico e ottenere, dalla somma di sigma e mi 240.

Stavolta non sarà un calendario a collocare il valore ghematrico, ma la letteratura, russa in particolare, perchè offerta sempre da Dostoevskij ne I Fratelli Karamazov a pagina 240, come 240 indicava la lettura ghematrica, dell’edizione Oscar Mondadori. Leggiamo quella pagina, sperando che sappia far luce sulla nostra banale enigmistica

 

Ricordalo, ragazzo, ricordalo sempre che la scienza degli uomini è divenuta una grande forza e soprattutto nell’ultimo secolo ha indagato su tutto ciò che di divino ci hanno tramandato i libri sacri, e dopo una spietata analisi, agli eruditi del mondo non è rimasto assolutamente più nulla di quanto prima era sacro. Ma essi hanno sezionato le singole parti, perdendo di vista l’insieme, al punto che risulta perfino stupefacente una simile cecità. E invece l’intero è lì, saldo e incrollabile ai loro occhi, come prima, e le porte dell’inferno non prevarranno su di lui

 

Chi conosce il blog non può non notare la perfetta coincidenza con quello che finora abbiamo denunciato, tanto che lo stesso titolo datogli, cammelliemoscerini, richiama sin da subito la cecità degli scribi e dei farisei dei nostri giorni, che scolano il moscerino ignorando il cammello e avevamo ragione.

E’ un guai a voi

scribi e farisei, che avete sezionato la Bibbia in ogni sua parte, dimenticando che è viva.

Guai a voi scribi e farisei che avete idolatrato la scienza sino a oscurare non solo la Sapienza ma anche la coscienza.

Guai a voi scribi e farisei ipocriti che ci avete capito niente e quel che è peggio avete impedito che altri comprendessero.

Guai a voi dottori della Legge che pretendete la nota, ma voi stessi ignorate il capitolo.

Guai a voi che insegnate la menzogna sapendo che è tale.

Guai a voi che che avete che avete fatto dell’inezia metro di giudizio: con quello sarete giudicati.

Mentre tu “ricorda ragazzo”, ricorda che Μαρξ è σάρξ e  che “quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito” (Gv 3,6) per cui non ti rimarrà che scegliere l’una o l’altro, cioè quel che è nato da Marx, o quel che è nato da Dostoevskij.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.