33 d.C., una meretrice incoronata

kamasutraL’ora per me tarda mi consiglia un post veloce che vuole spazzare via un legittimo dubbio: quella sequenza di 8,33 (vedi qui) che unisce i sinottici e Giovanni ed entrambi ad Atti è casuale? E’ casuale che nei Vangeli compaiano sempre le corna e Atti ci dica perchè e che sono tali?

Abbiamo visto che 8 rappresenta Gesù, mentre 33 il 33 d.C., cioè la demoniaca anagrafe gesuana, ma ci manca la prova del nove che metta fuori gioco il caso e il caso vuole che ci sia, sebbene in Gv 4 laddove rispuntano, ai bordi di un pozzo, un bel paio di corna, anzi, per la precisione sei paia di corna.

Infatti in quel capitolo Gesù si ferma a parlare con una samaritana a cui rivela, nel senso che le fa capire l’inutilità dei sotterfugi consumati, che ella ha avuto 5 mariti e il sesto neppure lo è suo marito.

Sono l’ultimo a giudicarla di malaffare, però mi viene spontaneo far notare l’intraprendenza della poveretta che sullo specchio d’acqua del pozzo ha visto tutte le sue lune.

Quel pozzo era di Giacobbe, sta scritto, e Giacobbe compare nei Vangeli solo in Giovanni e in quell’episodio non proprio edificante perchè avrebbe messo in imbarazzo tutti e tutte. Vogliamo vedere quanto Giacobbe in greco conta? Qual è il suo valore ghematrico? Ve lo dico subito senza riportare il lemma greco, per altro facilissimo: 833, di nuovo.

Stavolta non si tratta di ridurlo a un calendario, ma di metterlo in relazione a quegli altri cinque 833 che abbiamo incontrato tra sinottici, Giovanni e Atti sebbene nella lezione di versetti, quelli che ci hanno condotto sempre e comunque al malaffare del diavolo. E anche stavolta è così, perchè 833 di Giacobbe riconduce a una situazione di palese adulterio che non è nemmeno paragonabile a quello descritto al capitolo 8 con il passo dell’adultera, perchè non si tratta di una caduta accidentale, in quanto l’adulterio e sistemico, cioè rispecchia una precisa scala di valori, dato che si dura fatica persino a contare il numero di amanti.

Se lo 8,33 che compariva dai versetti rappresentava la falsa storia di Gesù, lo 833 di Giacobbe ci narra, qualificandolo, di una relazione adulterina di tutti coloro che hanno abbracciato appassionatamente il 33 d.C., mettendo le corna nientemeno che a Gesù in persona.

Non saprei se definire tutto ciò se una storia di corna o una storia puttana, di certo, ecco, quel 33 d.C. dà la misura esatta della prostituzione di una chiesa, rispettabilissima da fuori, ma dentro, dentro al letto…che numeri! trentatrè per la precisione, quasi un kamasutra per dilettanti di buone speranze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.