A calci in…Chiesa

calciQuesto credo sia il terzo ed ultimo post dedicato ai cani nella Scrittura, i quali, come per le razze, offrono mille sfumature, ma l’unico vero e attendibile pedigree è quello offerto dal capitolo 8 di Giovanni, che offre una bella cagna…secondo Noantri, però. Adesso v’invito a un’ulteriore riflessione che potrebbe nel suo incipit apparire banale, mentre la sua chiusa forzata, ma tant’è.

Quando fate la lista della spesa non è forse vero che essa si apre con l’unica cosa veramente indispensabile, cioè quella che vi manca e che vi spinge al negozio? E’ quell’unica cosa che vi fa stilare la lista contente tutte le altre importanti, ma non necessarie al momento. La logica di una lista è questa, cioè si apre sempre con la cosa più importante per concludersi con la minutaglia.

Ap 22,15 segue la stessa logica e si apre con “Fuori i cani”, come mai? Come mai Giovanni giudica quella categoria di persone la più importante, cioè la più pericolosa? Come mai la sua mente è subito corsa a loro quando ha descritti coloro che saranno esclusi dalla Gerusalemme celeste?

Certi che un motivo deve esserci, cercheremo di comprenderlo, facendo luce sulla figura dell’apostolo il quale -è fondamentale ricordarlo- fu l’unico a seguire Gesù sin sotto la croce, mentre tutti gli altri avevano altro da fare.

Quelli, lo sappiamo, furono i giorni della Passione quando cioè dall’Osanna figlio di Davide si passò, senza neanche il caffè al Monte degli Ulivi dopo l’ultima cena, all’Osaaaanna figlio di p… Sì, accadde proprio così: neanche il tempo di un caffè dopo cena e la folla di Gerusalemme passò dall’Osanna figlio di Davide, all’Osaaaanna figlio di p… inutile girarci attorno, perchè dal trono promesso, si giunse a una morte in croce.

Lo shock fu terribile, tanto che gli stessi apostoli ne furono travolti: nove presero le distanze (lo sappiamo, no? Succede anche oggi); uno vinse, battendo 2-3 (giocava fuori casa), un match personale con un  gallo (Mc 14,30) e l’unico a rimanere, escluso Giuda che lo tradì, fu Giovanni, il quale non poteva dimenticare quei terribili momenti che lo costrinsero a un immenso atto di fede.

Quel cambiamento repentino della folla, la quale aveva ricevuto ogni sorta di benefici e benedizioni, segnò Giovanni, che con mano poté sincerarsi di quanto essa sia inaffidabile e feroce. Ecco perchè, come al cinema, quel rabbioso “fuori i cani” buca non lo schermo, ma la pagina: l’emozione che tradisce nasce dal profondo ed emerge subito quando stila la lista degli indesiderati nella Gerusalemme che nasce dal cielo.

La folla psicotica del crucifige non è mai cambiata, è quella stessa che il giorno prima ti saluta con braccio alzato e mano tesa; il giorno dopo e con lo stesso braccio ti colpisce con il pugno chiuso, certi che la storia non ha i suoi tempi, ma i loro (lo abbiamo visto ieri) cioè quelli del basta poco, che ce vò (Cobatta).

Ecco perchè i cani sono i primi ad essere esclusi, perchè se Giuda ha tradito (consegnato), la folla Lo ha ucciso. E’ importante notarlo sia se consideriamo Apocalisse un’opera letteraria, sia se la consideriamo un’opera ispirata. Sia cioè se ci affidiamo al giudizio umano, sia a quello divino che in questo caso stranamente coincidono.

Abbandoniamoci adesso, sotto un immaginario ombrellone, a un gioco enigmistico e facciamo sì che cani si scriva in greco non κύων ma κύον e contiamo, vedendo così che la somma delle lettere dà 540, indicando così il 540 a.C. che seguendo la cronologia dei Re offerta dal blog non è un anno qualsiasi, ma segna il ritrovamento del rotolo della legge sotto il regno di Giosia, cioè esattamente nel suo diciottesimo anno di regno.

Leggiamo le parole stesse di Giosia saputo del fatto

Andate, consultate il Signore per me, per il popolo e per tutto Giuda, intorno alle parole di questo libro ora trovato; difatti grande è la collera del Signore, che si è accesa contro di noi perché i nostri padri non hanno ascoltato le parole di questo libro e nelle loro azioni non si sono ispirati a quanto è stato scritto per noi (2Re 22,13)

La ghematria ci ha condotti a una definizione precisa dell’essere cani secondo la Bibbia, la quale, per bocca di Giosia, denuncia sì l’infedeltà, ma non alla moglie o al marito (lì c’è un comandamento), quanto alla Parola di Dio, tanto che spesso Israele è descritta come moglie infedele, una cagna, appunto, infedele a Dio. Lascio a voi tirare le somme e capire, dopo attenta lettura e riflessione sul capitolo 22 di 2Re,  se Giovanni l’aquila si riferisse alle corna messe alla moglie o al marito o a Dio stesso.

Se qualcuno storcesse il naso sullo scambio di lettere che alla base del “gioco”, sappia ci è permesso, perchè a suo tempo abbiamo visto che in molti casi coglie nel segno, specie riguardo al nome proprio di Gesù che Ireneo di Lione scriveva con un sigma finale, tanto che la sua ghematria greca offre un simbolicamente ricchissimo 888 (l’argomento è trattato qui)

Se si è stravolto il nome della seconda persona della Santissima Trinità, figuriamoci cosa ne è stato dei “cani” e questo ci autorizza a giocare con le lettere e scoprire che in pratica avevamo ragione a immaginare un pedigree più qualificato e qualificante per i cani di Apocalisse, che mettono ugualmente le corna sebbene il marito sia Dio e la sposa vada in giro a dire di essere la mulier fidelis (lo sa questo blog quanto fedele!).

La nota ghematrica e il relativo calcolo vi sembrano forzati? Poco male, il tutto mi serviva per la chiusa finale, per dire cioè che se è vero come dice Guccini a proposito dei cani in chiesa “che tutti prendono a calci”, anch’io quando li trovo nel tempio o intrufolati nottetempo nel blog e nella casella mail non scherzo.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.