In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

E’ in nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo che si apre la preghiera cristiana e si compone la Santissima Trinità cattolica. In merito la teologia credo abbia esaurito gli argomenti, ma cosa dice la ghematria?

Essa ci conduce a:

πατήρ (Padre) = 486

υἱός (Figlio) = 486

πνεῦμα ἅγιος (Spirito Santo) = 666

Dei primi due valori ce ne siamo già occupati (vedi qui e qui), per cui è il terzo che c’interessa, sebbene inserito nel contesto trinitario che vede per il Padre e per il Figlio valori uguali e già questo è motivo di riflessione seria, in particolare a livello teologico, perchè l’identità della natura del Padre e del figlio (chi vede me vede colui che mi ha mandato, Gv 12,45);  Io e il Padre siamo una cosa sola, Gv 10,30) è confermata anche dalla lettura ghematrica.

Diversamente quel 666 dello Spirito Santo apre a considerazioni totalmente nuove essendo anche il numero della bestia che sale dal mare (Ap 13,1). Ritenendo impossibile sia la coincidenza tra lo S.S e la bestia, e ritenendo impossibile che tutto il castello ghematrico finora descritto dal blog possa essere smentito, ritengo che una spiegazione debba esserci.

Il 666 di Apocalisse è forse il numero più famoso al mondo e tutti si sono cimentati nel rivelare il nome che esso, stando ad Apocalisse, nasconde. Noi riproporremo quello che già a suo tempo scrivemmo, al quale manca ancora un passaggio per essere perfetto, sebbene mi sia rivolto a molti che avrebbero sicuramente la preparazione per darmi la conferma cercata, ma essi mi hanno sempre rifiutata persino una laconica risposta che avrebbe impegnato la loro parola.

Cominciamo col ricordare che questo blog colloca le 7 chiese di Apocalisse nella realtà storica e che ritiene gli elementi naturali (cielo, terra, mare …) di Apocalisse non semplicemente tali, ma simboli di quelle stesse chiese.

E’ così che l’oriente cristiano diviene il mare, il luogo da cui sale la bestia a cui fa riferimento il 666. E’ importante notare questo, perchè la bestia non è semplicemente tale, ma sale dal mare ed è lì che dobbiamo cercarla, in particolare nell’oriente cristiano.

Stabilito l’ambito geografico, non rimane che occuparci del personaggio che emerge da quel mare, poichè il numero è “numero d’uomo” (Ap 13,17) e tale lo si deve dimostrare, deve cioè essere una persona con un nome.

Il 666 compare nel greco di Apocalisse come ἑξακόσιοι ἑξ χξςήκοντα ἕξ, ma lo potremmo immaginare anche come tre consonanti, cioè χξς per cui non rimane che vocalizzarle, alla stessa stregua dell’ebraico biblico. Non sceglieremo vocali a caso, ma solo quelle che Apocalisse stessa indica, cioè α e ω  (Ap 1,8)e le inseriremo nel numero, cioè tra le consonanti.

E’ così che quel numero diviene χαξως e che la ξ può essere letta secondo il dialetto ionico (area dove fu scritta Apocalisse) cioè σκ e la parola composta diviene χασκως, circa la quale, come ho scritto sopra, ho chiesto lumi perchè sembra che la lingua greca non la conosca, sebbene conosca χάσκω e da lì χαίνω  (caino)

Come vedete siamo giunti grazie al verbo a un “numero d’uomo” cioè a un nome, per di più biblico, cioè Caino come suggerisce il verbo, per cui non rimane che vedere se nell’Oriente cristiano ci fu un personaggio di rilievo che portasse quel nome o quella triste fama.

La faccio corta: c’è ed era assiso sul trono di Bisanzio col nome di Costante secondo, ribattezzato dal popolo “Caino” perchè aveva ucciso il fratello. La cosa più importante e che la datazione del suo regno conferma pienamente la nostra ricostruzione, poichè fu regnate dal 641 d.C. al 668 d.C. e dunque anche nel 666 d.C.

Non riteniamo che tutto ciò sia un caso, anzi riteniamo che questa sia la soluzione cercata nei secoli ma che poteva emergere solo alla luce dello Spirito Santo. Questo dice il valore Ghematrico di πνεῦμα ἅγιος  senza il quale e fuori dai tempi previsti dallo stesso qualsiasi tentativo era destinato a fallire.

Sto parlando di me? No, assolutamente, voglio solo dire che lo Spirito “soffia dove vuole” (Gv 3,8) anche sui poco intelligenti e gli assolutamente impreparati come me, per cui è per tutti coloro che non hanno però intenzione di farne mercato, in quel caso vi abbandona alle vostre speculazioni mentali ed economiche e ne sceglierà altri, magari deboli e ignoranti come me, in maniera tale che nella loro debolezza e ignoranza si manifesti la Sua forza (2co 19,9).

 

 

o

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.