Vieni avanti cretino!

ciboCon il post dedicato alla camicia con la pin-up ho messo in guardia gli aspiranti suicidi, cioè quelli che, ritenendosi ben preparati nelle Scritture, pensano di cogliere i dolcissimi frutti della gloria umana.Adesso credo sia giunto il momento di dare alcune indicazioni, ma poche in verità, certo dell’intelligenza dell’uditorio.Partiamo dal metodo che caratterizza gli studi del blog.

Nella mia poca esperienza in merito, mi sono accorto che spesso il metodo si riduce a una serie di nozioni che spesso giustificano se stesse. Insomma un protocollo per cui il paziente è deceduto, ma l’operazione è riuscita perfettamente.

Credo che potremmo adottarne un altro che si riassume in

  1. Fidati dell’intuizione
  2. Provala con i fatti
  3. Procedi

Il nemico principale del punto numero 2 è la fretta

Il nemico principale del punto numero 3 sono invece le opinioni altrui, anche se qualificate; ma quando vi farete certi delle stronzate che si spacciano per scientifiche, non solo imparerete a fregarvene dell’opinione altrui, ma vi farete anche certi del punto numero 1.

Allo studio e alla ricerca della verità dovrete aggiungere una bella dose di pazienza, perchè faranno di tutto per farvi desistere. Questo tutto sulle prima sarà un cortese muro di gomma; poi passeranno alle maniere forti e se avete scheletri nell’armadio li tireranno fuori, perchè il diavolo sa tutto di voi, tranne quello che accade nella vostra coscienza (in questo senso è sempre bene parlare poco, in ogni caso poco!).

E’ qui che entra in gioco la loro tecnica che principalmente si basa sui 7 vizi capitali, i quali conviene imparare a memoria. Essi saranno la mazza con cui cercheranno di farvi infrangere i Comandamenti e così potervi accusare o anche peggio (con l’ira si finisce in galera o al manicomio, occhio!).

Insomma colpirà proprio lì, lo schema è sempre quello. Attenti allora alla vanità che rimane, come dice Al Pacino ne L’avvocato del diavolo il suo peccato preferito. E’ una buccia di banana terribile, perchè il diavolo spesso ti aspetta all’angolo del riso, del gioco e della spensieratezza.

Un altro vizio capitale da tenere particolarmente d’occhio, non ci credereste, è la gola e sapete perchè? Perchè i Padri della chiesa sostenevano, sulla base dell’osservazione naturale, che il serpente striscia sul ventre. Questo significava per loro che s’insinua attraverso le parti molli, cioè gola e stomaco. Bene attenti adesso:non a caso si parla di appetito sessuale che il diavolo cercherà di stimolare usando la gola.

Se capite che vi stanno tentando attraverso la gola, associando cioè il piacere della gola a quella del sesso, state certi che di mezzo c’è il diavolo perchè la tecnica di Gesù per gli esorcismi è ben altra: digiuno e preghiera (Mt 17,21) e dunque se di mezzo c’è la tentazione della gola con lo scopo di stimolare il vostro naturale appetito sessuale c’è di mezzo il diavolo e non Gesù. Insomma dimmi che tecnica usi e ti dirò chi sei (vi potrei raccontare un aneddoto in cui sono stato trattato come un gatto scemo, ma lasciamo perdere perchè tutto si è concluso con una risata e con la certezza che le trappole riflettono sempre il quoziente intellettivo di chi le escogita e quello è veramente idiota).

Un altro vizio capitale da tenere d’occhio è l’orgoglio perchè apre le porte all’ira. Anche qui l’osservazione della natura è importante, perchè ci permette di capire il motivo per cui il rospo o la rana sono le vittime naturali del serpente. Come mai secondo voi o, meglio, che lezione possiamo trarre da tutto ciò? Cosa fanno i rospi e le rane quando sono attaccati dal serpente? Lo avete mai visto? Si gonfiano, si gonfiano appunto come rospi. Questo significa che quando sarete tentati o attaccati non gonfiatevi d’ira nè d’orgoglio, ma fatevi piccoli e salti lunghi e ben distesi. A volte sarà semplicemente impossibile, ma dovrete fare l’impossibile e rimanere umili, rimandando magari il conto al momento giusto o, come dice S. Paolo, fate posto all’ira di Dio che è addirittura meglio .

Non crediate che tutto ciò vi metta al riparo dai lacci del diavolo, nessuno vi può dare garanzie in merito anche perchè molto dipenderà da voi. Se dovesse capitare, se doveste cioè cadere in qualche laccio, non usate mai la forza per liberarvi, bensì la calma e poche mosse e ben studiate, oltre a una buona dose di preghiera che non a caso recita “fa che non cadiamo nella tentazione, ma liberaci dal maligno”.

Da ultimo ricordate che un peccato è mortale solo quando ci sono la materia grave; la piena vertenza e il deliberato consenso. Vi confido una cosa, sebbene in molti casi ricorra la materia grave (talvolta gravissima) non ce ne ho neanche uno sulla coscienza, neanche uno! Perchè poco importa l’essere stato battezzato, comunicato e cresimato:tutto ciò accade senza coscienza. Le cose cambiano radicalmente quando Dio ti fa la grazia di comprendere la realtà del peccato. E’ allora che le tue azioni mettono a rischio la Sua amicizia.

Ho scritto che al momento non ho peccati mortali sulla coscienza, ma del domani nessuno è padrone. Ben dicevano i Padri del deserto quando ammonivano i discepoli dall’aspettarsi la tentazione fino all’ultimo respiro.

Ps: lascio per ultimo questa nota perchè amarissima: dai figli al canarino, tutto sarà di gioco per il diavolo. E’ fatto così, è stronzo così, per natura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ento non ho nessun peccato mortale sulla coscienza, ma non so cosa mi riserverà il domani, perchè come dicevano i Padri del deserto, bisogna asettarsi la tentazione fino all’ultimo respiro.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.