Quando la ricerca indossa la mimetica: la caduta di Babilonia

babiloniaIl fascino che esercita la Babilonia biblica, seppur capace di produrre una sterminata produzione storica e letteraria, non è mai andato oltre il simbolo della città nemica del popolo di Dio.

Babilonia la grande, la meretrice, la città delle genti non ha mai svelato il suo mistero per trovare nella realtà la propria collocazione geografica, politica e religiosa.

Tuttavia è dalla storia che possiamo dedurre un aspetto importante: la sua caduta. Essa, infatti, fu conquistata deviando il corso dell’Eufrate che la difendeva come un vallo inespugnabile.

Sappiamo anche che non fu Ciro, ma Dario primo a conquistarla, almeno stando alla cronologia interna alla Bibbia.  Le vicende militari legate alla caduta di Babilonia credo creino i presupposti per affidarsi almeno a un parallelismo, se immaginiamo l’Eufrate come simbolo della Storia.

Infatti questo blog sostiene che Ciro sia una colossale menzogna, tanto che dubita persino della sua realtà storica; in ogni caso è in grado di dimostrare che la cronologia interna alla Bibbia non conosce Ciro e gli nega qualsiasi ruolo nelle vicende legate alla caduta e presa di Babilonia prima; alle vicende legate all’esilio dopo.

Dunque Ciro non è solo la grande menzogna (del resto cosa afferma R. Newton che ha dichiarata falsa tutta la cronologia neo-babilonese?), ma è una menzogna così grossa da costituire un vallo quasi inespugnabile per coloro che volessero veder caduta Babilonia.  Ciro, quindi, è la storia falsa o, se volete, il corso di falso della storia che difende la grande meretrice ed è solo riportando l’Eufrate nel suo alveo naturale che la grande città rimarrà senza difese.

Dimostrata l’infondatezza biblica e storica di Ciro, “le grandi acque” (Ap. 17,1) che la difendono si prosciugheranno e lo scenario descritto da Apocalisse si avvererà. Una prima falla nel sistema idrico di difesa l’ha aperta a suo tempo Daniele, nascondendo dietro a un digiuno l’esatte coordinate storiche dell’esilio babilonese e la sua fine. Sarà poi il tempo, da sempre alleato della verità storica e scientifica, a compiere il resto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.