Le chiavi di Apocalisse

Come appare chiaro sin dal titolo, ci occuperemo del sostantivo “chiave” che solo tre volte appare in Apocalisse ed ogni volta indica un possesso o una funzione diversa. Se la ghematria non  fosse quella luce primigenia (Sapienza) che illumina tutta la storia, capite che le combinazioni possibili condurrebbero al caos. Ma non è così, perchè “chiave di Davide”; “chiave del pozzo dell’abisso” e “chiave dell’abisso” individuano tappe fondamentali della cronologia biblica, oltre che far luce su un aspetto finora sconosciuto: il sigillo di Dio 

Mi sono già occupato de “la chiave di Davide” (κλεις Δαυιδ) di Ap. 3,7, dimostrando come il sostantivo abbia un valore ghematrico pari ai membri del sinedrio (71), mentre il nome proprio ha un valore pari a 419, cioè l’anno della dedicazione del secondo tempio sotto Dario secondo (418/419 a.C. come indica la cronologia di Dio). Ho fatto anche notare come la loro somma corrisponda a 490, cifra che richiama sia la profezia delle 70 settimane di Daniele, sia le 14 generazioni matteane con cui l’apostolo, se assumiamo una generazione di 35 anni (vedi la cronologia di Dio per la solidità di tale tesi), suddivide le tre fasi della storia da lui descritta (cfr. Mt 1,17).

Già in questa prima analisi emerge chiaro che la ghematria non ci conduce in uno scenario incomprensibile, ma assolutamente familiare, se non fosse altro perchè, come ho scritto, 490 è cifra profetica. Ma a tutto ciò si aggiungono gli altri versetti di Apocalisse in cui compare il sostantivo “chiave”, quale il v.9,1 dove si parla della “chiave del pozzo dell’abisso” e che esamineremo.

Κλείς (chiave) φρέαρ (pozzo), cioè chiave del pozzo perchè leggiamo al nominativo, hanno un valore ghematrico di 71 e 706 che se sommati danno un valore pari a 777. Tale cifra deve essere interpretata non solo alla luce del marchio della bestia (Ap. 13,18), cioè 666 a cui molti esegeti attribuiscono il preciso valore simbolico d’imperfezione, ma anche alla luce del valore simbolico del numero 7 (ricorrente tre volte) di assoluta perfezione, tanto che a prima vista non appare casuale che in quello stesso capitolo di Apocalisse si scriva che le cavallette hanno il potere di tormentare solo gli uomini che non hanno il sigillo di Dio sulla fronte (Ap. 9,4). La presenza in Apocalisse di un marchio della bestia e di un sigillo di Dio si concretizza in entrambi casi in un numero il cui valore simbolico riassume una condizione: 666, d’imperfezione; 777 di assoluta perfezione, tanto da farne il sigillo di Dio (un discorso a parte sulla possibilità di risalire dal numero al nome della bestia l’ho fatto qui)

Rimane adesso l’ultimo caso, cioè a κλείς ἄβυσσος (chiave dell’abisso) di Ap. 20,1 con il sostantivo “chiave” che ha il valore solito di 71 e il sostantivo “abisso” di 879 che se sommati danno una cifra pari a 950. Trasformiamo adesso quel 950 in cronologia e facciamone il 950 a.C., rendendoci così conto che come nel primo caso citato la ghematria di Δαυιδ (Davide) ci conduce al secondo tempio, cioè all’anno della sua dedicazione (418/419 a.C.), altrettanto fa questo calcolo ghematrico κλείς ἄβυσσος (chiave dell’abisso), anche se ci conduce alla dedicazione del primo tempio. cioè l’undicesimo anno di Salomone (1Re 6,38), stando alla cronologia di Albright (l’approssimazione è di soli quattro mesi). Certo, rimane da considerare che la cronologia di Dio ha come padrino, per quanto riguarda la dedicazione del secondo tempio, Davide, mentre quella storica di Albright può solo appellarsi all’abisso.

Non credo ci sia bisogno di ricapitolare: appare chiaro che come ho detto fin dall’inizio che quelle chiavi che cita Apocalisse fanno girare congegni cronologici incardinati su eventi fondamentali legati al primo e secondo tempio. Inoltre sono in grado di svelare ciò che Giovanni ha accuratamente nascosto nel testo di Apocalisse, cioè il sigillo di Dio che, data la presenza del 666 come marchio della bestia, non poteva che essere il 777.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.