Esdra, Neemia e l’anno sabbatico

Quanto sto per scrivere s’inserisce in una questione ancora aperta: giunse a Gerusalemme prima Esdra o Neemia? Non sto a riassumerla, basta solo dire che coloro (la maggioranza, cfr. A. Soggin introduzione all’Antico Testamento, p. 515) i quali sostengono che giunse prima Neemia alterano la scaletta cronologica biblica, la quale vuole che sia giunto prima Esdra nel VII° di Artaserse (459 a.C., secondo la datazione ufficiale; poi  Neemia nel XX° anno di regno di Artaserse (445 a.C., secondo la stessa datazione ufficiale).

Invertendo tale scaletta, si sostiene che il VII° di Artaserse  (rientro di Esdra) sia quello di Artaserse II, cosa che ci conduce all’inizio del secolo IV, al 398 a.C., mentre rimane fissa la datazione del rientro di Neemia nel XX° di Artaserse I, il 445 a.C. La faccenda divide gli  studiosi, anche se appare certo che i tradizionalisti (coloro che rispettano la scaletta biblica citata che vede prima il rientro di Esdra e poi quello di Neemia) sono minoritari.

Coloro che seguono questo blog sanno che la cronologia di Dio è un lavoro a se stante nel panorama della cronologia biblica, circa la quale ha la presunzione di dire che ne ha rintracciato l’originale e chissà che proprio l’originale non consenta di dirimere la questione e fare chiarezza.

Il test che sto per proporvi è estremamente preciso, perchè tutto si gioca su un anno sabbatico, un anno sabbatico che deve cadere in un anno del regno di Artaserse che contenga il numero 7 nel numero ordinale che indica l’anno di regno. Questo  perchè sapppiamo che Esdra rientra il VII° di Artaserse e quindi dobbiamo almeno cercare di fare salva parte della nota cronologica del libro biblico in questione, anche se ipotizziamo -come fanno alcuni studiosi- che quel VII° sia un errore.

Inutile passare in rassegna tutto il regno di Artaserse, è sufficiente dire che tale ipotesi calcola sabbatico il 37° anno di regno perchè, datando ufficialmente il 465 a.C. come primo di regno di Artaserse, tale anno è l’unica data che può presentare non solo il numero sette nell’ordinale, ma essere anche sabbatico. Bisogna anche dire che viene preso in considerazione l’anno sabbatico, perchè da Neemia 1-7 si desume che la celebrazione lì descritta sia tipicamente sabbatica.

Al di là della questione in sè che spero di aver ben riassunta (se lo ritenete necessario consultate Soggin, ibidem, pp. 515-516) a noi interessa capire se la forzatura del testo biblico che parla di VII° anno e non 37° di Artaserse sia necessaria. Per far questo assumiamo come probante il test suggerito dagli autori (l’anno sabbatico) e lo calcoleremo secondo la datazione della life cronologia di Dio, che colloca il I° anno di regno di Artaserse non nel 465 a.C. nel 471 a.C. e dunque il suo VII° (come vedete ci sottoponiamo al test rispettando il testo biblico) nel 464 a.C. il quale deve essere sabbatico se la cronologia di Dio è nel giusto. Come potete ben capire il test è estremamente preciso e mette a repentaglio buona parte del nostro lavoro, sicuramente quella parte che poggia sul I° e VII° anno di regno di Artaserse.

Innanzi tutto seguiamo, come in questo post dedicato al IX° di Sedecia, anch’esso sabbatico, le indicazioni di Soggin, autore di riferimento per questo post, il quale rileva come sabbatico il 163/164 a.C. Poi cerchiamo, nella speranza di trovarlo, un multiplo di 7 (gli anni sabbatici cadevano ogni 7 anni) che, sommato al 163 a.C. o 164 a.C. c,i conduca al 464 a.C.. Tale multiplo è il 43 il quale moltiplicato per 7 dà 301, che se sommato a 163 individua l’anno cercato: il 464 a.C.con estrema precisone.

Come vedete anche stando al test suggerito  dagli studiosi la cronologia di Dio trova piena conferma. Sono gli altri che per far quadrare i conti debbono far violenza al testo biblico e immaginare, laddove è scritto settimo, un 37° anno perchè la datazione ufficiale del primo anno di regno di Artaserse (465 a.C.) non permette di fare altro.

Pur non avendo perfetta cognizione di causa nella questione della priorità di Neemia su Esdra, credo sinceramente, avendo dimostrato che il 464 come VII° di Artaserse fu sabbatico, che la cronologia di Dio possa aiutare a dirimere la questione. Sta agli studiosi prenderla in considerazione, certi, anche alla luce di questo particolarissimo test, che essa si caratterizza per l’estrema precisione di calcolo.

A conclusione di tutto lasciatemi dire che questo post offre anche una prova pesante circa la correttezza della mia datazione del I° anno di regno di Artaserse (altra questione ancora aperta e molto dibattuta), cioè il 471 a.C. ed anche in questo caso sta agli studiosi considerarla o meno.

Ps: cosa c’entra la foto con il contenuto del post? Niente, solo che il mio cammello (il blog) è molto contento di aver superato l’esame.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.