La Grande spada

Torno solo adesso sull’argomento Nuova Cronologia perchè mi è ormai abbastanza chiara l’enorme mole del lavoro di Fomenko. Un’opera di cui qualcuno detto che sa demolire, ma ha difficoltà a costruire. Questo pare  anche a me. Manca la testa all’enorme corpo della sua ricerca e per testa intendo una linea guida che conduca a un preciso obiettivo. Non si può affrontare a mani nude la Storia tutta: dobbiamo saper dire perchè tutto ciò è avvenuto e dar ragioni diverse, più stringenti, di quella che dà Fomenko: la storia come potente mezzo di controllo delle masse.
Nelle mail che ho scritto a Vera Bani, traduttrice di Fomenko,, ho cercato di suggerire che non si deve assolutamente ignorare il quadro profetico: esso fornisce la necessaria linea guida che organizza tutto il lavoro dandogli un fine. Questo quadro profetico è tutto riassunto in Dn 9,25 in cui leggiamo che il piccolo corno cambierà “tempi (storia/cronologia)” e “legge (Biibba/Torah)”. Il passo citato di Daniele non solo offre una importante prova scritturale al lavoro di Fomenko, ma ci ricorda che la Storia, volenti o nolenti, è divisa in avanti Cristo e dopo Cristo, per cui è con Cristo che dobbiamo fare i conti.
Personalmente sono convinto e credo di aver dimostrato che l’AT è stato falsato, ma è stato falsato pure il NT, perchè quel “circa 30 anni” lucano è un falso, come è falsa e diffamante l’affermazione che Luca ha attinto una cronologia di massima da Marco, quando sin da subito si è premurato di scrivere che ha compiuto “accurate ricerche e un resoconto ordinato”, cosa che crea la più classica delle contraddizioni in termini e nella sostanza con la cronologia di massima marciana. E’ dimostrabile che il vangelo di Luca ha un preciso taglio,  chirurgico direi, derivato dalla forma mentis: era un dottore.
Se per la falsificazione dell’Antico Testamento si deve tirare in ballo gli Ebrei, per il Nuovo si deve tirare in ballo la cristianità. giungendo così a concludere che nella vergognosa opera di falsificazione c’è la mano di chi ha comprato, ma pure la mano di chi si è venduto.
Ecco il quadro profetico, la linea guida per non affrontare la Storia tutta a mani nude. E’ la “grande spada” di Ap. 6,4. E allora..:”In bocca al lupo, Anatolij: falli a pezzi, iniziando dai Re “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.