Ciro, quando la storia cambia il suo volto

Più e più volte ho scritto che il Ciro biblico è un grande falso. Ho scritto anche che lui è la testa di un’ intera ricostruzione cronologica completamente falsa. A suffragio di tale affermazione avevo solo la Cronologia di Dio che esclude ogni suo coinvolgimento nelle vicende legate all’esilio babilonese, studio a sua volta suffragato dalla prova archeologica, che nelle vesti del Cilindro di Ciro ci dice che nell’elenco dei popoli liberati mancano proprio gli Ebrei: questo chiude il cerchio, perchè se da una parte abbiamo una cronologia lineare, coerente e armonica che esclude Ciro, dall’altra abbiamo che Ciro esclude gli Ebrei.

Tuttavia è possibile, attraverso la lettura ghematrica di Κυρος (Ciro), ottenere un’ulteriore importante indizio che egli sia il re del gran falso. Il calcolo ghematrico ci dice infatti che Κυρος equivale a 596, cioè equivale alla prima data della cronologia secolare circa gli interventi di Nabucodonosor contro Gerusalemme (596a.C.-586 a.C.). In pratica quel 596 a.C. detta tutti i tempi, essendo il primo. Per esteso, tale data, crea la cronologia storica dell’esilio babilonese, in completa antitesi a quella biblica, la quale esce a pezzi, visto che il tessuto cronologico innestato è incompatibile.

Si potrebbe pensare che tutto ciò è il necessario prezzo che la Bibbia deve pagare alla scienza, alla storia, ma non è così, perchè quelle date e quel Ciro sono stati introdotti solo per distruggere. Non a caso infatti Giovanni bolla come οφις (il serpente di Ap. 12,9) il 586 a.C. (la solita chiave ghematrica ce lo dice), che dipende dal 596 a.C., data che corrisponde ghematricamente a Κυρος ,cioè Ciro, legando quindi, già in questo sommario esame, il nome di quel re al Falsario per eccellenza: il serpente.

Abbiamo anche visto sempre in Ap. 12,9, che σατανας (satana) equivale a 559, cioè a quel 559 a.C. che gli storici indicano essere come il primo anno di regno di Ciro. Ciò non può che rafforzare il già solido e triste legame tra Ciro e il Falso illustrato con οφις (serpente), perchè si aggiunge l’unico nome proprio presente in Ap. 12,9: σατανας

Vogliamo andare più a fondo, però, e analizzare quel 596 a.C. che nasce dalla lettura ghematrica di Κυρος.. Qualcuno di voi ricorderà certamente quanto detto con circa ψευδοπροφήτης (il falso profeta di Ap. 16,13). La sua lettura ghematrica dà 2181, che non è stavolta una data, ma permette un semplice, chiaro calcolo per individuarla. Infatti è sufficiente prendere in considerazione il Papa, Sisto V (1585 d.C.-1590 d.C.), che è passato alla storia come colui che “ha stuprato la Vulgata” (Padre Alberto Maggi) per ottenere, togliendo quel 2181, il 596 a.C. Il conto è semplice: 2181-1585=596.

Appare subito chiaro che quel 596 a.C. non solo “riassume” Ciro, ma tira in ballo anche il falso profeta, che non a caso ci è stato consegnato dalla Storia della Chiesa come colui che ha “stuprato la Vulgata” (Padre A. Maggi). Questa qualifica con cui la storia ce lo consegna è importante, perchè ci dice che lui, Sisto V, è l’artefice della manomissione del testo biblico e dunque è verosimilmente l’artefice del grandissimo falso circa Ciro, il cui ruolo fu ricoperto invece da Artaserse, come dimostra la Cronologia di Dio.

Le considerazioni da fare sarebbero tantissime, ma due sono veramente indispensabili: la prima, sappiamo adesso chi ha permesso l’innesto di Ciro in un tessuto cronologico incompatibile, tanto da creare vere crisi di rigetto nel delicato organismo biblico. Secondo, sappiamo quando ciò accadde, perchè se prima, io credo, c’era stata una crisi involutiva profonda tra Chiesa e messaggio evangelico, con Sisto V si giunse a ciò che neppure si può immaginare: la falsificazione della Bibbia, creando le premesse per quel caos che caratterizza molti studi vetero e neo testamentari, in primis quelli gesuani.

Concludo dicendo di rileggere con calma quanto sopra e chiedersi poi se dati storici e calcoli ghematrici mostrano tale evidente concordanza solo per un fortuito caso

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.