Quel Venerdì di un giorno da profeti

Ormai è noto che a mio parere la profezia delle Settanta settimane, relativamente alle prime sessantanove, si compie nel 36 d.C.; abbiamo altresì visto che quell’anno presenta il necessario Venerdì 14 Nissan e dunque il calcolo conduce veramente alla crocefissione.

Tuttavia mi preme dire che se tale Venerdì 14 Nissan cadesse nel 35 d.C. tutto sarebbe perfetto. Non m’impegno nei delicati calcoli per scoprire se ciò sia possibile, dico solo che quella particolare Pasqua è tirata ora qua ora là, tanto c gli studiosi ammettono la difficoltà di essere precisi (cfr. qui) Ipotizziamo dunque quel Venerdì 14 Nissan nel 35 d.C. e cerchiamo di dimostrare perché tutto sarebbe perfetto.

La profezia in questione prende le mosse da Dn. 9,25

Sappi e intendi bene,
da quando uscì la parola
sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme.

Questa parola sul rientro, in mancanza di qualsiasi altro riferimento biblico, è datata nel XX° di Artaserse, come leggiamo da Neemia 2,1. Dunque avendo noi datato il primo anno di regno di quel re nel 471 a.C. il XX° cadrebbe nel 451 a.C. creando non pochi problemi con la profezia di cui ci stiamo occupando.

Tuttavia non deve sfuggire un particolare, non deve sfuggire cioè che Neemia rientra effettivamente nel 451 a.C., ma egli ci scrive che:

Giunto a Gerusalemme, vi rimasi tre giorni. Poi mi alzai di notte e presi con me pochi uomini senza dir nulla ad alcuno di quello che Dio mi aveva messo in cuore di fare per Gerusalemme…” (Neemia 2,11-12).

Questo potrebbe significare che, secondo la regola biblica di un giorno per un anno, Neemia per tre anni tace e non mette mano ai lavori. In pratica, come vedremo, egli sincronizza la sua opera e missione con il quadro profetico di Daniele. Non rimane allora che vedere se questa ipotesi ci conduce in un percorso cronologico attendibile perché coerente o deve essere scartata.

La prima cosa che dobbiamo dire è che ne La cronologia di Dio abbiamo datato la fine dei settanta anni di esilio nel 447 a.C. perché l’inizio dello stesso è del 517 a.C. Quel 448 a,C cadrebbe allora nel sessantanovesimo anno d’esilio e ciò significherebbe che la parola sulla riedificazione di Gerusalemme fu pronunciata un anno prima della fine dello stesso e neppure per bocca di Artaserse, ma di Neemia stesso, cosa a suo tempo detta.

Notate adesso il particolare, notate cioè come al 69° anno di esilio parta il conto delle 69 settimane della profezia. Questo conferma quanto scritto sopra, cioè che quei tre giorni/anni di silenzio di Neemia sono dovuti alla necessaria sincronizzazione dell’opera di ricostruzione di Gerusalemme con il quadro profetico di Daniele. Insomma pure dalle cifre secche ciò appare evidente, perché stanno lì a dirci che dal 69° anno dell’esilio parte il conto delle 69 settimane della profezia delle 70.

A questo punto qualcuno potrebbe giudicarlo un giochetto voluto, ma non lo è perché se noi calcoliamo, partendo dal 448 a.C., i 483 anni richiesti dalle 69 settimane cadiamo ne 35 a.C., in un anno cioè indicato da almeno quattro diversi -per natura, scopo e calcolo- percorsi cronologici (V. Cap. 7) e ciò esclude qualsiasi spiegazione che si appelli al caso.

Per altro quel 448 a.C. che sta alla base del nostro discorso ce lo ritroviamo tra i piedi pure in Apocalisse, sotto le mentite spoglie di Αντιπας (Antipa) perché come ho illustrato qui ghematricamente quel nome proprio vale 448 ed Antipa nella lettera a Pergamo è chiamato “il fedele testimone”, come a dire che è quel 448 a.C. la pista fedele per venire a capo della cronologia gesuana in senso lato e della profezia delle Settanta settimane strictu sensu.

Per tornare a quel Venerdì 14 Nissan, dobbiamo dire, anzi, ripetere quanto detto e chiederci:: viste le difficoltà denunciate dagli studiosi sulla sua precisa datazione, è possibile immaginarlo nel 35 d.C.? Se così fosse tutto sarebbe veramente perfetto e ci muoveremmo -come mi pare di aver dimostrato- in uno spazio profetico aperto, coerente e dall’ampio respiro

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.