Tu, es Petrus?

Non credo che la discussione in “Consulenza ebraica” abbia lunga vita, per cui possiamo tirare le somme. Escluso il primo intervento che voleva trascinarmi in una polemica stupida su cosa sia passato sui cieli della Giudea, cioè se una stella o una cometa , l’intervento del secondo interlocutore, persona molto preparaat, ha definito il mio lavoro assai plausibile. Dunque la cronologia di Dio, se esposta, non raccoglie critiche sulla sua natura, ma elogi; non è qualcosa di fantasioso, ma uno studio coerente, lineare e comprensibile. E’ indubbiamente un buon risultato che vi garantisce una certa attendibilità: questo blog insomma avanza ipotesi e contenuti validi e condivisibili. Potete continuare a leggerlo e seguirlo.

Passiamo adesso a un’altra considerazione. Io credo che quella che si è consumata e si consuma sulle pagine sacre è una loro sistematica, scientifica distruzione che richiede da parte nostra l’impegno esatto contrario, data la diserzione di coloro che dovrebbero essere preposti alla difesa. Non c’è pagina della Bibbia, ormai, che non sia attaccata, talvolta derisa. Tutto questo avviene sotto la dicitura, la qualifica di scientifico. Ma la scienza ha fatto le cose per bene o si è comportata come in 1-2 Re, dove per le sue critiche, critiche che hanno letteralmente distrutto i due libri biblici, dove essa ha ritenuto di poter giungere a conclusioni certe, scientifiche appunto, con calcoli di seconda mano e per giunta sbagliati? La confusione regna nella Bibbia o nelle teste a cui essa si è gentilmente prestata? I giudizi sui Re vanno dal caotico all’ovviamente fittizio passando per lo squisitamente teologico di matrice cattolica. ma sono veri o abbiamo dimostrato che sono totalmente, incredibilmente infondati? E’ così che sono state fatte le cose? E’ così, Petrus; che ami il Signore? Lo ami tu Petrus o il tuo comportamento è quello tipico dello schiavo pigro e vigliacco? Domandatelo, Petrus, perchè ti verrà chiesto conto. Ti verrà chiesto conto del tuo amore  verso la Parola. Ti verrà chiesto conto come mai di fronte alle voci e ai conti discordanti di 1-2 Re non ti è passato per la mente di rifare i conti come un servo zelante e fedele. Avevi pure il precedente ,Petrus, Ez. 4 in cui tu, giustamente, traduci 190 giorni, mentre gli ebrei 390. Dunque era facilmente immaginabile la presenza di problemi di conservazione. Ma niente. Di questo Petrus dovrai render conto!

Ai miei abbonati dico invece di tenere sempre in mente la cronologia di Dio, non perchè lo consideri un lavoro serio (forse lo è) ma solo perchè è l’unico lavoro onesto in un panorama di totale malafede e negligenza. La prova della malafede è Ap. 12,9 in cui Giovanni, come sapete, ci mette in guardia da una cronologia spacciata per scientifica, ma in realtà satanica: quell’ofis 586 e quel satanas 559 sono cifre identiche ai capisaldi delle vicende esiliche degli ebrei (vedi qui). Bene attenti a quale fonte vi abbeverate: molte sono avvelenate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.