Ancora su Ger. 34,8-11

Il post dedicato a Ger. 34,8-11 è ricco di spunti che meritano di essere affrontati. Primo fra tutti il fatto che quel 164a.C. come anno sabatico calcolato da A. Soggin, professore di fama, mette in linea i miei studi con i suoi, la mia cronologia con la sua. Dunque l’autorità di Soggin si riflette su La cronologia di Dio, altrimenti dovremmo attribuire al caso ciò che il caso non può giustificare: dei calcoli complessi e lunghi sulla cronologia degli eventi che vanno dal 70d.C. al primo di Davide (volendo fino ad Abramo) che incrociano alla perfezione quelli di un famoso e stimato professore sugli anni sabatici.

La seconda è che grazie agli studi di Soggin e ai miei adesso siamo in grado di ricostruire alla perfezione la scaletta degli anni sabatici. Non è una cosa di poco conto. Se uno si è occupato di cronologia sa quanto sono importanti le date sicure. E’ da esse che si diramano tutti i calcoli perchè costituiscono sempre un punto di riferimento.

La terza è che ora è possibile, per chi si occupa di questioni legate ai calendari ebraici, avere un termine a quo ricostruire molti aspetti ancora contraddittori.

La quarta invece consiste in una conferma piena della bontà della cronologia di Dio e delle sue ipotesi e calcoli. Scusate se ripeto alcuni suoi passaggi e calcoli, ma è necessario per una più facile comprensione del seguito. La cronologia di Dio parte dal dato certo della distruzione di Gerusalemme avvenuta nel 70d.C. e considerando una generazione di 35 anni calcola l’anno della crocefissione nel 35d.C. sulla base del versetto  in cui si riportano le parole di Gesù circa la distruzione di Gerusalemme (evito di citare i versetti perchè è tutto chiaro nella cronologia di Dio. Adesso faccio solo una sintesi), profezia fatta negli ultimi giorni della Sua vita. Dunque se una generazione è di 35 anni e la distruzione di Gerusalemme avvenne nel 70d.C. Gesù morì nel 35d.C.

Da qui ho calcolato la Sua data di nascita nel 15a.C. mettendo a frutto le note cronologiche di Giovanni, il quale ci dà uno spettro di date che oscillano tra i 47 anni e i 50 anni. Io ho considerato 50 e dunque li ho tolti al 15a.C. ottenendo il 15a.C. Dopodichè ho considerato Matteo 1,17 non come scala genealogica ma cronologica, essendovi nel versetto citato una tripartizione di 14 generazioni per il periodo che va da Cristo ad Abramo. In particolare ho considerato la prima tranche di 14 generazioni che vanno da Cristo a Babilonia e calcolato, sempre considerando una generazione di 35 anni, 490 anni da Gesù a Babilonia.

E’ così che ho datato il 5050a.C. (490+15=505) come anno dell’esilio e ultimo di Sedecia, il quale regnò 11 anni e dunque il suo primo anno di  regno cade nel 516a.C.. Ovvio che il nono anno citato da Geremia cade nel 507a.C. che fu anche anno sabatico, come dimostra Soggin. Capite adesso perchè ho dovuto ripetere e sintetizzare i conti. L’ho fatto perchè comprendiate l’importanza di quel 164a.C. il quale ci dice, alla luce dei miei conti e dei conti di Soggin perfettamente allineati, che anche il 507a.C. fu anno sabatico. Se adesso rileggete la sintesi che ho fatta del mio lavoro vi renderete conto che attribuire ala caso che il nono di Sedecia, per come io l’ho calcolato, cada proprio nel 507, cioè due anni prima la caduta di Gerusalemme (avvenuta secondo i miei calcoli nel 505a.C.) e cosa di cui Geremia ha scritto, è semplicemente impossibile. Allora queste sono le ulteriori e importanti considerazioni da fare. Quel 507a.C., calcolato sulla base degli studi di Soggin, conferma che :

a) l’ipotesi anagrafica sulla vita di Gesù, nato nel 15a.C. e morto nel 35a.C. all’età di 50 anni, è validissima.

b) nel NT il termine generazione è inteso come un arco di tempo di 35 anni e non come un generico cambio generazionale.

c) Mt 1,17 non è solo una scaletta genealogica, ma piuttosto cronologica, cosa che finora non aveva notato nessuno, o pochissimi ma in ogni caso facendola rimanere fine a se stessa.

Ecco vedete adesso quanto sia vero ciò che ho detto all’inizio: la presenza di date sicure e precise mette tutte le tessere  cronologiche al suo posto e fa tornare tutti i conti a meraviglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.